- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Le autorità di Kherson hanno annunciato che Kiev starebbe preparando un'offensiva su larga scala

© Sputnik . Sputnik / Accedi all'archivio mediaKherson
Kherson - Sputnik Italia, 1920, 30.10.2022
Seguici suTelegram
Le truppe ucraine potrebbero presto tentare un attacco su larga scala nella regione di Kherson, ha affermato il vice capo dell'amministrazione regionale Kirill Stremousov.
"Gli ukronazi potrebbero tentare un'offensiva su larga scala nel prossimo futuro. Stanno radunando truppe, inclusi molti mercenari. Ma anche il nostro esercito sta raccogliendo forze", ha detto a Sputnik. Allo stesso tempo, secondo lui, approfittando del momento di calma in prima linea, sono state costruite diverse linee di difesa a scaglioni.
Di recente, sono stati segnalati frequenti tentativi da parte delle truppe ucraine di attaccare la linea di difesa nella regione di Kherson a piccoli gruppi. Nessuno dei tentativi ha avuto successo. Secondo il viceministro dell'Informazione della DPR Daniil Bezsonov, Kiev starebbe raccogliendo da 40 a 60mila militari nella regione di Kherson, e le forze armate russe si stanno preparando a dare una battaglia seria.
Come ha dichiarato a metà ottobre il comandante del gruppo di forze congiunte russe nell'area dell'operazione speciale, il generale dell'esercito Sergei Surovikin, l'intelligence indica la possibilità che il regime di Kiev possa utilizzare metodi di guerra proibiti nella regione di Kherson e stia preparando un massiccio attacco missilistico alla diga della centrale idroelettrica di Kakhovskaya. La situazione nella capitale della regione è stata definita pericolosa per i suoi abitanti.
Il governatore ad interim della regione di Kherson Vladimir Saldo, ha annunciato l’evacuazione organizzata della popolazione civile dalla riva destra a quella sinistra del Dnepr per creare fortificazioni difensive.
Al Cremlino il 30 settembre si è tenuta una cerimonia per firmare gli accordi sull'ammissione delle Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk, delle regioni di Zaporozhye e Kherson alla Russia, sulla base dei referendum ivi tenutisi.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала