Il ministro Difesa ha annunciato il completamento della mobilitazione parziale in Russia

© Sputnik . Evgeny Biyatov / Accedi all'archivio mediaIl ministro della Difesa russo Sergey Shoigu
Il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu  - Sputnik Italia, 1920, 28.10.2022
Seguici suTelegram
Il ministro della Difesa Sergei Shoigu ha riferito al presidente Vladimir Putin sull'andamento della mobilitazione parziale.
"Più di 1.300 rappresentanti delle autorità esecutive a vari livelli sono stati chiamati e inviati alle armi, oltre 27.000 imprenditori, 13.000 cittadini, senza attendere la citazione, hanno espresso il desiderio di compiere il loro dovere e sono stati inviati alle truppe come volontari. La media l'età dei cittadini mobilitati è di 35 anni", ha detto.
Attualmente, secondo il capo del ministero della Difesa, si stanno formando 218mila persone. 82.000 hanno già completato il loro addestramento e sono state inviate nell'area dell'operazione militare speciale in Ucraina, di cui oltre 41.000 operano come parte delle unità militari. Coloro che partecipano alle ostilità riceveranno lo status di veterano e un corrispondente pacchetto di benefici sociali.
"L'invio dei cittadini chiamati alla mobilitazione è stato completato oggi. La notifica ai cittadini è stata interrotta. Il compito prefissato - 300mila persone - è stato completato. Non sono previsti obiettivi aggiuntivi", ha concluso Shoigu.
Il ministro ha osservato che gli uffici di registrazione e arruolamento militari continueranno a reclutare truppe ma solo accettando volontari e candidati per il servizio a contratto.
La mobilitazione parziale era stata annunciata in Russia dal 21 settembre. Come spiegato da Shoigu, si è resa necessaria dal momento che urge controllare una linea di contatto nei territori liberati in Ucraina lunga oltre mille chilometri.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала