Secondo rapporti a dicembre gli USA potrebbero schierare una bomba nucleare potenziata nell'UE

© Depositphotos.com / Vicnt2815L'esplosione di una bomba nucleare
L'esplosione di una bomba nucleare - Sputnik Italia, 1920, 27.10.2022
Seguici suTelegram
Gli Stati Uniti hanno accelerato il dispiegamento della bomba nucleare B61-12 modernizzata presso le basi NATO in Europa, puntando alla dotazione per fine 2022 anziché nel 2023, ha riportato stamane il quotidiano americano US online.
Secondo il quotidiano, la consegna della versione aggiornata della bomba era originariamente prevista per la primavera del 2023.
Tuttavia, secondo un cablogramma diplomatico, funzionari statunitensi avrebbero detto agli alleati della NATO durante una riunione a porte chiuse a Bruxelles in ottobre che il dispiegamento sarebbe stato anticipato a dicembre di quest'anno.
La decisione è stata presa alla luce della crisi ucraina e delle minacce percepite provenienti dalla Russia, sebbene il Pentagono si sia astenuto dal tracciare esplicitamente collegamenti, ha affermato il quotidiano. Esperti hanno detto a Politico, altro quotidiano americano, che la decisione degli Stati Uniti sarebbe più probabilmente rivolta all'Europa che alla Russia.
Un esperto lo ha descritto come "un modo per rassicurare gli alleati quando si sentono particolarmente minacciati dalla Russia".
Nel dicembre 2021, è stato riferito che il complesso militare-industriale degli Stati Uniti aveva consegnato al Dipartimento della Difesa il primo campione di produzione della bomba atomica B61-12 aggiornata. La bomba aerea B61 è in servizio dal 1968 con diverse modifiche. La nuova bomba può essere sganciata dai bombardieri strategici B2 e B-21, nonché dai caccia F-15, F-16, F-35 e Tornado.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала