Nord Stream: il Cremlino cerca di partecipare alle indagini nonostante la resistenza dell'Europa

© Sputnik . Natalia Seliverstova / Accedi all'archivio mediaCremlino di Mosca
Cremlino di Mosca - Sputnik Italia, 1920, 21.10.2022
Seguici suTelegram
La Russia sta cercando di avere accesso alle indagini sugli incidenti legati ai gasdotti Nord Stream per via diplomatica, ma al momento Mosca sta incontrando la resistenza di paesi rilevanti, ha riferito il portavoce del Cremlino Dmitriy Peskov venerdì.
"Stiamo lavorando per vie diplomatiche. Si lavora intensamente con i paesi menzionati, ma al momento stiamo sbattendo contro un muro di mancata volontà ad interagire in qualunque modo per arrivare alla verità insieme", ha detto Peskov, aggiungendo che la verità "sorprenderebbe sicuramente molti in questi paesi europei, se venisse a galla".
Il portavoce ha fatto notare che il Cremlino non ha nuovi dati sulle investigazioni, poiché la Russia e al momento tagliata fuori dalle stesse.
Gas leak location on Nord Stream 2  - Sputnik Italia, 1920, 14.10.2022
"Ideatori di attacchi al Nord Stream hanno fatto precipitare l'Europa in povertà energetica" - Novak
A fine settembre sono state riportate potenti esplosioni e fughe di gas dai gasdotti della linea Nord Stream, che gioca un ruolo chiave nel transito del gas russo verso l'Europa. Le autorità Svedesi e Danesi sospettano che l'incidente sia stata la conseguenza di un atto di sabotaggio, ma entrambi i paesi hanno impedito alla Russia di prendere parte alle indagini sull'incidente.
Il Procuratore Generale russo ha classificato le esplosioni al gasdotto come atti di terrorismo internazionale. Secondo il portavoce del ministero degli Esteri russo, Mariya Zakharova, le investigazioni sugli attacchi terroristici possono essere consideratie affidabili e obiettive solo se la Russia vi prenderà parte.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала