L'estensione del memorandum sui cereali tra l'ONU e la Federazione Russa dipende dalle garanzie

© Sputnik . Ilya Naymushin / Accedi all'archivio mediaGrano
Grano - Sputnik Italia, 1920, 20.10.2022
Seguici suTelegram
L'estensione dell'accordo tra la Russia e l'ONU, relativo alla libera circolazione delle esportazioni russe di cereali e fertilizzanti, dipenderà dalle garanzie offerte dall'Organizzazione mondiale, poiché i problemi continuano a presentarsi, ha detto stamane a Ginevra Gennady Gatilov, rappresentante permanente della Russia presso l'ONU.
"Le esportazioni russe di cereali e fertilizzanti continuano ad affrontare problemi logistici. L'estensione di questa parte dell'accordo tra Russia e ONU, che terminerà a novembre, dipende dalle garanzie che l'ONU fornirà", ha affermato in un briefing presso l'ONU ai giornalisti accreditati dall'associazione ACANU.
Gatilov ha chiarito che alle navi russe che trasportano grano e fertilizzanti è ancora vietato l'ingresso nei porti europei, mentre l'accordo tra Russia e ONU stabilisce che le esportazioni di questo tipo di prodotti russi non dovrebbero essere limitate.
Ad Istanbul il 22 luglio sono stati firmati due documenti correlati per affrontare i problemi delle forniture di cibo e fertilizzanti ai mercati mondiali. I documenti rappresentano un unico pacchetto. Il primo documento, il memorandum, assume l'obbligo dell'ONU di rimuovere varie restrizioni all'esportazione di prodotti agricoli e fertilizzanti russi verso i mercati mondiali. Il secondo definisce l'algoritmo per l'esportazione di prodotti agricoli ucraini dai porti del Mar Nero controllati dall'Ucraina.
Tuttavia, come sottolinea Mosca, in termini di esportazioni dalla Federazione Russa, l'accordo non sta ancora funzionando. L'accordo sul grano scade il 19 novembre di quest'anno, ma le prospettive per una sua estensione non sono ancora chiare.
L'ONU ha precedentemente affermato di contare sull'estensione dell'accordo sul grano. Come ha osservato il rappresentante ufficiale del Segretario generale delle Nazioni Unite Stefan Dujarric, António Guterres e il suo team stanno lavorando per estendere ed espandere l'iniziativa sui cereali nel Mar Nero. Guterres ha anche discusso la prospettiva di estendere l'accordo sul grano con il presidente russo Vladimir Putin a settembre.
A sua volta, Putin ha affermato l'altro giorno che se si scopre che i corridoi umanitari per le forniture di grano ai paesi più poveri vengono utilizzati per atti terroristici, ciò metterà in discussione l'attuazione dell'accordo sul grano, ma finora non ci sono prove di questo.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала