Esperti: decisione tedesca su requisiti bancari per il rilascio visti ai russi è discriminatoria

© SputnikVisto
Visto - Sputnik Italia, 1920, 18.10.2022
Seguici suTelegram
La decisione della Germania di inasprire i requisiti per i visti per i russi è discriminatoria, allo stesso tempo, Berlino, come l'UE in generale, è pronta a subire ulteriori perdite per raggiungere gli obiettivi politici, hanno affermato gli esperti intervistati da RIA Novosti.
In precedenza, sul portale del centro visti VisaMetric erano apparse informazioni secondo cui i turisti russi devono fornire una dichiarazione aggiuntiva di una banca operante nell'Unione europea per richiedere un visto Schengen per la Germania.
Il presidente e membro del comitato esecutivo dell'Associazione russa di diritto internazionale Anatoly Kapustin ha affermato che la decisione della Germania è politica e discriminatoria.
A sua volta, il presidente dell'Associazione internazionale degli avvocati russofoni, il presidente della Gilda degli avvocati russi, Gasan Mirzoev, ha osservato che questa misura dimostra l'atteggiamento delle nuove autorità tedesche nei confronti della Russia.
"Il fatto che stiano rafforzando ogni sorta di quadro giuridico, compresi quelli relativi ai visti per i cittadini russi, non sorprende. Recentemente, con l'arrivo del nuovo cancelliere nella persona di Scholz, la Germania, infatti, ha cambiato radicalmente il suo atteggiamento che esisteva tra la Germania e la Federazione Russa. Dal primo giorno (dell’operazione militare speciale) hanno iniziato ad aiutare l'Ucraina, inasprendo le sanzioni", ha affermato.
Dottorato in Giurisprudenza, Professore Associato del Dipartimento di Diritto Internazionale ed Europeo, coordinatore del blocco “Diritto Europeo” del Centro UE dell'Università Federale Baltica, l'esperto del RSMD Vadim Voynikov ritiene che “questa sia una decisione che mira a complicare ulteriormente la vita dei russi".
"Sebbene la posizione ufficiale della Germania non implichi che intendono inasprire i requisiti di ingresso. La Germania è costretta ad agire in linea con la politica generale dell'Unione Europea per ridurre significativamente il numero di visti rilasciati ai russi", ha affermato.
Secondo Voynikov, l'inasprimento dei requisiti per i visti potrebbe ridurre il numero di turisti russi in Germania, ma questa decisione non porterà a cambiamenti significativi.
"Il flusso di turisti russi o di richiedenti visto è già molto diminuito e ha una tendenza al ribasso in futuro. È improbabile che questa decisione di per sé abbia una soluzione significativa, ma il flusso turistico diminuirà. Penso che l'UE sia pronta per questo ed è pronto a subire ulteriori perdite per raggiungere obiettivi politici", ha concluso l'esperto
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала