Arrestati in Russia i sabotatori che hanno cercato di far saltare in aria il Turkish Stream

© AP Photo / Selcan HacaogluTurkish Stream
Turkish Stream - Sputnik Italia, 1920, 13.10.2022
Seguici suTelegram
Il Turkish Stream è un gasdotto di esportazione composto da due linee.
La Russia ha arrestato i sabotatori che hanno cercato di far saltare in aria il gasdotto Turkish Stream, ha detto il segretario stampa presidenziale Dmitry Peskov.
"Sono stati presi dei sabotatori, diverse persone sono state arrestate - volevano causare un’esplosione sul nostro territorio, sul continente", ha specificato.
Lunedì, in una riunione operativa con i membri del Consiglio di sicurezza, Vladimir Putin ha affermato che Kiev stava cercando di far saltare in aria una delle sezioni del sistema di trasmissione del gas Turkish Stream. Oggi ne ha parlato anche in un incontro con il suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan.
L'FSB aveva riferito del pericolo di un attacco terroristico in un impianto di petrolio e gas il 22 settembre. Le forze di sicurezza hanno arrestato un uomo nato nel 1978, che è stato reclutato dai servizi ucraini. Gli sono stati sequestrati due ordigni esplosivi improvvisati. Sui dispositivi elettronici in possesso del sospetto è stata scoperta una corrispondenza con il curatore ucraino, le istruzioni per assemblare la bomba e le coordinate del luogo dell'esplosione.
Il Turkish Stream è un gasdotto di esportazione composto da due linee. Una di queste è progettata per fornire gas dalla Russia attraverso il Mar Nero alla Turchia, l’altra ai paesi dell'Europa meridionale e sudorientale. La sua capacità di progetto raggiunge i 31,5 miliardi di metri cubi all'anno. L'esercizio del gasdotto è iniziato nel gennaio 2020.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала