- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Forze russe continuano i massicci attacchi al sistema energetico e al comando militare dell'Ucraina

© SputnikUn'operazione speciale in Ucraina
Un'operazione speciale in Ucraina - Sputnik Italia, 1920, 11.10.2022
Seguici suTelegram
L'esercito russo ha iniziato lunedì attacchi missilistici di precisione su larga scala contro le infrastrutture, le comunicazioni militari e i posti di comando ucraini, in rappresaglia all'attacco terroristico di sabato contro il ponte di Crimea e ad altri atti terroristici attribuiti a Kiev.
"Oggi le forze armate della Federazione Russa hanno continuato a condurre attacchi di massa utilizzando armi aeree e marittime ad alta precisione a lungo raggio contro strutture di comando e controllo militari e contro il sistema energetico dell'Ucraina. L'obiettivo degli attacchi è stato raggiunto. Tutti gli obiettivi designati sono stati colpiti", ha dichiarato martedì il portavoce del Ministero della Difesa Igor Konashenkov.
All'inizio della giornata, i media ucraini hanno riferito che era stato emesso un allarme aereo a livello nazionale e che una serie di esplosioni si erano verificate a Kiev, Odessa, Vinnitsa, Rovno, Krivoy Rog, Zhitomir, Khmelnitsky, Nikolayev, Dnepropetrovsk, Zaporozhye e Lvov. Le esplosioni sono state seguite da interruzioni di corrente in alcune aree. Gli attacchi di oggi, martedì 11 ottobre, sono stati il secondo giorno consecutivo di attacchi contro le infrastrutture elettriche ucraine e i sistemi di comando e comunicazione utilizzati dall'esercito ucraino.
Gli attacchi di lunedì hanno colpito obiettivi su più di 1.000 km di territorio, distruggendo o danneggiando più strutture militari e provocando interruzioni di corrente diffuse.
Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che gli attacchi erano una risposta agli attacchi ucraini contro il territorio russo, incluso l'attacco di sabato al ponte di Crimea, che ha ucciso tre civili, il gasdotto TurkStream, l'elettricità russa e le infrastrutture di trasporto e la centrale nucleare di Kursk, tra altri. Putin ha avvertito che "se i tentativi di effettuare attacchi terroristici contro il nostro territorio continueranno, le risposte della Russia saranno dure e corrisponderanno in scala al livello di minaccia posto alla Federazione Russa".
Funzionari ucraini si sono vantati della responsabilità di Kiev per l'attacco al ponte di Crimea sui social media e al New York Times. Un alto funzionario ucraino responsabile delle operazioni di sabotaggio, indotto con l'inganno a parlare da degli umoristi russi, ha accidentalmente rivelato che Washington "ha il diritto di porre il veto a tutte le nostre operazioni" e che Kiev non sarebbe potuta "andare avanti" con un attacco al ponte di Crimea a meno che I funzionari statunitensi non lo avessero approvato.
Finora, la Russia ha generalmente evitato di prendere di mira le infrastrutture critiche nel corso dell'operazione militare speciale in Ucraina, in linea con gli obiettivi delineati all'inizio, che il presidente Putin ha definito la "de-nazificazione" del governo di Kiev, e di "smilitarizzazione" delle forze armate della nazione per fermare gli attacchi al Donbass.
L'escalation che segue l'esplosione del ponte di Crimea minaccia di intensificare il conflitto, con i media occidentali che riferiscono che il governo Zelensky ha ribadito le sue richieste di missili a lungo raggio per consentirgli di colpire in profondità il territorio russo.
Mosca ha ripetutamente messo in guardia gli Stati Uniti e i suoi alleati della NATO dall'invio di armi avanzate in Ucraina, affermando che tali consegne minacciano di aggravare la crisi e che parte di queste armi, comprese cose come le armi portatili antiaeree che potrebbero abbattere aerei di linea civili, potrebbero finire sul mercato nero internazionale delle armi. L'esercito e i funzionari russi nel Donbass e in altre regioni di confine, hanno anche indicato che l’Ucraina utilizza una parte sostanziale delle sue armi pesanti di provenienza occidentale per lanciare attacchi indiscriminati contro obiettivi civili.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала