Polonia, Italia e Grecia propongono di introdurre corridoio tariffario sulle importazioni di gas

© Sputnik . Dmitrij Leltschuk / Accedi all'archivio mediaGasdotto
Gasdotto  - Sputnik Italia, 1920, 06.10.2022
Seguici suTelegram
l leader dei Paesi dell'UE discuteranno se e come limitare i prezzi del gas nella prossima riunione in programma a Praga. Da Polonia, Italia, e Grecia, a cui si dovrebbe accodare anche il Belgio, la proposta di un "corridoio tariffario" per le importazioni.
Un gruppo di Paesi, tra cui Polonia, Italia e Grecia, ha redatto una proposta per l'Unione Europea di introdurre una "fascia di prezzo dinamica" per il gas, nel tentativo di abbassare i prezzi elevati dell'energia e rallentare l'inflazione elevata, secondo la bozza del progetto.

"Il corridoio si applicherà a tutte le transazioni all'ingrosso, non si limiterà alle importazioni da specifiche giurisdizioni e all'uso specifico del gas naturale", afferma la bozza di proposta dei Paesi.

Il documento propone di fissare una fascia di prezzo a un livello sufficientemente alto da mantenere il mercato del gas funzionante e flessibile, in modo tale da consentire ai Paesi europei di continuare ad attrarre forniture dal mercato globale del gas competitive in termini di prezzi.
"Se necessario, ciò potrebbe significare consentire transazioni con il gas a prezzi al di sopra del corridoio", afferma il rapporto.
Giovedì a Praga si svolge il primo incontro dei leader della Comunità politica europea con la partecipazione dei leader dei Paesi UE ed extra UE.
Al vertice sono stati invitati i leader di 27 Stati membri dell'UE , i Paesi dei Balcani occidentali, Norvegia, Svizzera, Islanda, Liechtenstein, Gran Bretagna, Ucraina, Moldova, Georgia, Turchia, Armenia e Azerbaigian.
I temi principali dell'incontro saranno la situazione in Ucraina, la crisi energetica e l'economia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала