L'UE non fisserà il tetto del prezzo del petrolio da sola

© Sputnik / Accedi all'archivio mediaPiattaforma per l'estrazione marina di petrolio
Piattaforma per l'estrazione marina di petrolio - Sputnik Italia, 1920, 05.10.2022
Seguici suTelegram
Euractiv: L'UE non fisserà da sola il tetto del prezzo del petrolio, ma utilizzerà il livello del G7.
L'Unione Europea non prevede di fissare autonomamente un tetto massimo di prezzo per il petrolio russo, utilizzerà il livello su cui i paesi del G7 concorderanno preliminarmente, scrive Euractiv.
Già da questo giovedì l'UE dovrebbe mettere in vigore l'ottavo pacchetto di sanzioni contro la Russia, che vieta alle compagnie europee di trasportare petrolio russo, il cui prezzo superi il tetto stabilito. Si tratta per inciso del trasporto di petrolio da parte di compagnie europee verso Paesi terzi.
Contestualmente, dal 5 dicembre entreranno in vigore le sanzioni Ue, già adottate in precedenza, che vietano l'importazione via mare di greggio russo verso i Paesi dell'Unione. Un'eccezione temporanea è stata fatta per un certo numero di paesi dell'UE che ricevono petrolio russo attraverso l'oleodotto.

"L'UE utilizzerà il livello di flusso dei prezzi del petrolio dalla Russia, che sarà fissato dal G7 (...) Le sanzioni includeranno il divieto di trasporto di petrolio dalla Russia, ma conterranno un'eccezione per il petrolio pari o inferiore al livello fissato da Paesi del G7” riferisce la pubblicazione con riferimento ai diplomatici europei.

Allo stesso tempo, come hanno spiegato da funzionari, la procedura presuppone che “ogni volta, per fissare il plafond dei prezzi (nell'Ue), sarà dato mandato del Consiglio Ue (approvazione unanime della decisione da parte di tutti i Paesi del sindacato) richiesto (...) Cioè, questo significa che qualsiasi Stato dell'UE può usare un veto per fissare nuovi prezzi marginali per il petrolio russo".
Euractiv indica inoltre che prima dell'entrata in vigore della decisione sull'applicazione del meccanismo del tetto massimo di prezzo per il petrolio russo per il suo trasporto via mare, l'UE valuterà l'impatto di queste misure su Grecia, Malta e Cipro, Paesi coinvolti nel trasporto.
Per essi, secondo la pubblicazione, potranno essere previste alcune concessioni.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала