L'Italia invierà navi e robot per difendere i propri gasdotti nel Mar Mediterraneo

© Foto : Marina Militare ItalianaLa nave Р 430 Paolo Thaon di Revel della Marina militare italiana
La nave Р 430 Paolo Thaon di Revel della Marina militare italiana - Sputnik Italia, 1920, 29.09.2022
Seguici suTelegram
Dopo i guasti ai gasdotti Nord Stream, il ministero della Difesa italiano rafforzerà le misure di sicurezza e protezione dei gasdotti nel Mar Mediterraneo, ha affermato l'ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, Capo di Stato Maggiore della Difesa.
“Abbiamo deciso di aumentare subito le misure per la tutela delle reti strategiche per l'interesse nazionale. A partire dai tre gasdotti che passano nel Canale di Sicilia”, ha affermato l’ammiraglio in un’intervista a La Repubblica.
Giuseppe Cavo Dragone ha spiegato che è stata raddoppiata l'attività di prevenzione sui gasdotti nel Canale di Sicilia. ci saranno verifiche a campione lungo le infrastrutture che trasferiscono l'energia dal Maghreb verso l'Italia. In particolare, si tratta del gasdotto Transmed che parte dall’Algeria, 380 chilometri di tubature del gasdotto si trovano sott'acqua.
Nell'ambito del piano per potenziare la protezione delle "arterie strategiche che attraversano il Mediterraneo e garantiscono le risorse energetiche dell'Italia”, aggiunge Cavo Dragone, i nei punti chiave delle condotte sono state inviate due navi dotate di piccoli sottomarini teleguidati. A bordo delle navi ci sono squadre del Gruppo Operativo Subacquei in grado di operare a una profondità di oltre 200 metri.
Estrattore di petrolio - Sputnik Italia, 1920, 29.09.2022
FT, Il premier slovacco avverte che la crisi energetica rischia di 'uccidere l'economia'
Lunedì si sono verificati guasti simultanei a due gasdotti russi. Secondo le informazioni delle autorità di Danimarca e Svezia, sono state scoperte due fughe di gas a Nord Stream e una a Nord Stream 2 vicino all'isola di Bornholm. Germania, Danimarca e Svezia non escludono sabotaggi mirati.
La parte russa ha chiesto ufficialmente informazioni alla Danimarca sul guasto al Nord Stream non appena l'incidente è diventato noto. Le autorità danesi hanno notificato alla Federazione Russa le esplosioni nel luogo della fuga di gas. L'operatore di Nord Stream, Nord Stream AG, ha riferito che l'emergenza sui gasdotti era senza precedenti ed era impossibile stimare i tempi delle riparazioni.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала