- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Osservatori dall'Italia: i referendum nella regione di Mosca si sono svolti in modo trasparente

© Sputnik / Accedi all'archivio mediaReferendum sull'annessione del Donbass alla Russia in un seggio della rappresentanza diplomatica DNR di Mosca
Referendum sull'annessione del Donbass alla Russia in un seggio della rappresentanza diplomatica DNR di Mosca - Sputnik Italia, 1920, 28.09.2022
Seguici suTelegram
Osservatori dall'Italia: i referendum nella regione di Mosca si sono svolti in modo trasparente.
Osservatori dall'Italia, che hanno visitato martedì un seggio elettorale a Odintsovo vicino a Mosca, fanno notare la trasparenza dello svolgimento dei referendum nella regione sulla questione dell'adesione alla Russia dei territori della LPR, della DPR, di Kherson e di Zaporozhye, riferisce il servizio stampa del governo regionale.

"Tutto ciò che vediamo è assolutamente trasparente, di spirito democratico, di sostenibilità, come lo chiamiamo noi, e soddisfa tutti i criteri tipici delle elezioni. Noi, osservatori internazionali presenti ai referendum, faremo del nostro meglio per condividere la verità dello Stato di affari nel Vostro Paese e raccontare al mondo intero ciò che sta realmente accadendo, sia nel Donbass che in Russia", ha affermato nel messaggio Giovanni Corleone, giornalista, blogger, consulente internazionale nel campo dell'agricoltura e del turismo.

Gli osservatori italiani hanno ispezionato come si svolgono i referendum non solo nella regione di Mosca, ma anche nel Donbass e a Mosca. Ovunque, secondo loro, si sono create ottime condizioni per votare.

"Gli organizzatori hanno fatto tutto il possibile per consentire alle persone di esprimere liberamente la propria volontà. Lo possiamo testimoniare, sia sulla base della nostra esperienza che delle impressioni dei nostri colleghi. Le persone che partecipano a questo referendum vengono in assoluta libertà, non per costrizione. Non abbiamo dubbi che i risultati del referendum, di cui si saprà nel prossimo futuro, saranno un riflesso diretto della volontà espressa dai residenti delle regioni del Donbass, di Zaporizhia e di Kherson", ha affermato l'ex consigliere comunale di Terni, giornalista e blogger Gianluca Procaccini.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала