Grecia, primo ministro: Tutta l'Europa e la NATO sono alleate della Grecia contro la Turchia

© AFP 2022 / Louisa GouliamakiLe bandiere della Grecia e dell'UE ad Atene
Le bandiere della Grecia e dell'UE ad Atene - Sputnik Italia, 1920, 27.09.2022
Seguici suTelegram
Prosegue il botta e risposta tra Atene e Ankara sulla situazione intorno al mar dell'Egeo. La Turchia ha accusato recentemente la Grecia di aver dispiegato mezzi militari su alcune isole in disaccardo con gli accordi internazionali. Secca la risposta da parte greca, che dice di agire "nel pieno del rispetto del diritto internazionale".
"La Grecia chiede ad Ankara di intraprendere la strada di un dialogo significativo, sostenuta contro la Turchia da tutta l'Europa, così come dagli alleati della NATO".
Lo ha annunciato martedì in una riunione del governo greco, il primo ministro Kyriakos Mitsotakis:

"Tutto ciò che la Grecia aveva da dire, l'ha detto chiaramente all'ONU, sia sulle sue 'linee rosse' che sul suo atteggiamento amichevole nei confronti del popolo turco", ha detto Mitsotakis.

Il premier raccomanda ad Ankara di non usare "parole di fuoco", scegliendo piuttosto, parafrasando, la via del dialogo, e "azioni creative".
"Restiamo calmi e fiduciosi nelle nostre posizioni chiare con la forza del diritto internazionale, la vigilanza delle nostre forze armate, il sostegno dei nostri alleati".

Il primo ministro greco venerdì in un discorso alla 77a sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha avvertito la Turchia di non mettere in discussione la sovranità delle isole greche.
Tali intenzioni sarebbero una "linea rossa" per la Grecia, ha proseguito, sottolineando come i 2 Paesi "non hanno bisogno di continuare ad agire in uno spirito di confronto".

Il ministero degli Esteri turco ha convocato nel frattempo questo lunedì l'ambasciatore greco in merito alla vicenda del dispiegamento di mezzi militari da parte greca sulle isole dell'Egeo, vicenda sollevata da parte turca.
Secondo il canale NTV, all'ambasciatore convocato è stato chiesto di "porre fine alle violazioni sulle isole e ripristinare il loro status di smilitarizzazione".
Ankara ha riferito che la Grecia ha inviato veicoli blindati di fabbricazione americana nelle isole di Lesbo e Samo, isole che dovrebbero essere smilitarizzate, secondo gli accordi internazionali.

A sua volta, il quotidiano Kathimerini, citando fonti del ministero degli Esteri greco, ha riferito che "la parte greca, rispondendo all'intervento della parte turca all'ambasciatore greco ad Ankara, Christodoulos Lazaris, ha respinto le obiezioni turche nel loro insieme, in quanto del tutto infondata e incompatibile con il diritto internazionale”.
Secondo quanto riportato da fonti diplomatiche, l'ambasciatore greco ha indicato che le posizioni della Grecia sono state dettagliate in due lettere inviate al Segretario generale delle Nazioni Unite, dove si indica che la Grecia "sta pienamente adempiendo agli obblighi derivanti dal Trattato di Losanna".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала