- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Varsavia si dice favorevole al rafforzamento del contingente NATO sul fianco orientale

© Sputnik . Stringer / Accedi all'archivio mediaMilitari NATO in Polonia
Militari NATO in Polonia - Sputnik Italia, 1920, 22.09.2022
Seguici suTelegram
Le autorità polacche ritengono necessario espandere la presenza della Nato sul fianco orientale a causa della parziale mobilitazione annunciata in Russia, ha affermato in un'intervista al canale televisivo Polsat Pawel Soloch, capo dell'Ufficio per la sicurezza nazionale polacco.
A suo avviso, le decisioni adottate nella Federazione Russa sono un segnale per l'Occidente e la Polonia.
"Alla luce di questa (parziale - ndr) mobilitazione, dobbiamo insistere per rafforzare la presenza degli alleati sul fianco orientale. Questo è un ulteriore argomento a favore del fatto che dovrebbe esserci più NATO a est di prima", ha detto Soloch.
Prossimamente, le autorità polacche intendono discutere di questo tema a diversi livelli.
"Questo sarà sicuramente discusso su base prioritaria", ha assicurato Soloch.
Per quanto riguarda la possibile adozione da parte della Polonia di decisioni relative alla protezione aggiuntiva del confine con la regione russa di Kaliningrad, Soloch ha affermato che finora non sono previste misure di questo tipo. Tuttavia, ha ammesso, "la situazione è molto dinamica".
Dal 21 settembre in Russia è stata annunciata una mobilitazione parziale. Secondo il ministro della Difesa Sergei Shoigu, è necessario controllare la linea di contatto di 1.000 chilometri e i territori liberati in Ucraina, nell’ambito della mobilitazione saranno richiamati complessivamente 300.000 riservisti.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала