- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Ministro della Difesa russo: la Russia combatte non solo l'Ucraina ma anche l'Occidente collettivo

© Sputnik . Evgeny Biyatov / Accedi all'archivio mediaIl ministro della Difesa russo Sergey Shoigu
Il ministro della Difesa russo Sergey Shoigu  - Sputnik Italia, 1920, 21.09.2022
Seguici suTelegram
La Russia al momento sta combattendo non solo contro le forze armate dell'Ucraina, ma anche contro l'Occidente collettivo, ha affermato il ministro della Difesa russo generale dell'esercito Sergei Shoigu.
"Non posso fare a meno di sottolineare che oggi stiamo combattendo non solo contro l'Ucraina e l'esercito ucraino, ma contro l'Occidente collettivo", ha detto Shoigu in un'intervista al canale Rossiya 24.
Secondo il ministro della Difesa russo, l'Ucraina ha quasi esaurito le sue armi, si tratta delle armi dell'ex Unione sovietica.
"È già giunto il momento in cui stiamo davvero combattendo contro l'Occidente collettivo, contro la NATO, o viceversa - contro la NATO, contro l'Occidente collettivo", ha aggiunto, sottolineando che la Federazione Russa sta trovando i modi di contrastare le armi fornite all'Ucraina dall'Occidente.
A Kiev de facto sta il comando occidentale di 150 specialisti militari, ha affermato.
"L'ultimo gruppo che è arrivato, sia ex militari che militari attivi, è composto da 150 persone. Questo è in realtà l'intero comando. Il comando occidentale è a Kiev, che gestisce tutte queste cose, le operazioni", ha detto Shoigu.
Shoigu ha aggiunto che tutto il gruppo dei satelliti sta lavorando nell'interesse di Kiev. In particolare. 70 satelliti militari e 200 satelliti civili.
L'esercito ucraino usa sempre più spesso le armi occidentali per prendere di mira i civili, ha affermato il ministro della Difesa russo.
"Sempre più spesso, o per essere più precisi, quasi ogni giorno osserviamo gli attacchi con queste armi contro la popolazione civile. Proprio ieri sono morti civili per l’uso di tali armi, e questo non avviene per la prima volta. Vengono attaccati ospedali e luoghi affollati", ha detto.
Il compito principale dell'operazione militare speciale russa si sta svolgendo, viene fatto tutto per raggiungere l’obiettivo principale, ha affermato il ministro della Difesa russo.
Il ministro della Difesa russo ha annunciato che nell'ambito della mobilitazione saranno chiamato 300mila reservisti. Saranno chiamati coloro che hanno fatto il servizio militare di leva, hanno esperienza di combattimento, hanno una specializzazione militare.
"La linea di contatto stessa, si può chiamarla sia la linea del fronte che la linea di contatto: è più di 1.000 chilometri. Naturalmente, cosa c'è dietro, e cosa c'è, lungo questa linea, questo deve essere consolidato, questi territori devono essere controllati. E, naturalmente, prima di tutto, questo lavoro viene svolto per questo, cioè la mobilitazione parziale", ha osservato Shoigu.
Il ministro ha anche parlato delle perdite delle parti nel corso del conflitto.
"Nella fase iniziale, le forze armate dell'Ucraina ammontavano a circa 201-202 mila persone. Durante questo periodo, le loro perdite sono state di oltre 100 mila. In particolare, 61 mila 207 persone sono decedute e 49 mila 368 persone sono rimaste ferite ", ha detto Shoigu.
Così, il regime di Kiev ha perso metà del suo esercito, ha sottolineato il ministro.
Per quanto riguarda le perdite dell'esercito russo, Shoigu ha affermato che esse ammontano a 5.937 persone.
L'Ucraina, secondo il ministro, ha già perso metà dell'esercito: 61.207 morti, 49.368 feriti.
Poco più di mille mercenari stranieri stanno partecipando dalla parte dell'Ucraina alle azioni belliche, ha affermato il ministro.
"Non si può non menzionare degli istruttori, ma non solo degli istruttori, ma dei mercenari che si trovano in questo ambiente", ha detto.
"Oggi ne sono rimasti poco più di mille. Qualcuno se n'è andato, qualcuno è morto, più di 2mila mercenari sono morti. Ma loro, ovviamente, hanno provato e stanno cercando di dare il loro contributo. La cosa principale non è che siano arrivati lì, la cosa principale è che il reclutamento di queste persone si sta svolgendo sotto il controllo statale".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала