La Cina esorta gli Stati Uniti a smettere di depredare le risorse nazionali della Siria

© AP Photo / Hussein MallaEstrazione di petrolio in Siria
Estrazione di petrolio in Siria - Sputnik Italia, 1920, 21.09.2022
Seguici suTelegram
La Cina invita gli Stati Uniti a smettere di depredare le risorse nazionali siriane e compensare le perdite e i danni subiti dal popolo siriano, ha affermato mercoledì il portavoce del ministero degli Esteri cinese Wang Wenbin in un briefing.
"Questa non è la prima volta che le forze armate statunitensi rubano petrolio dalla Siria, e ciò sta diventando sempre più dilagante. Il ministero del petrolio e delle risorse minerarie siriano, in un comunicato, ha indicato che la produzione media giornaliera di petrolio nel primo semestre del 2022 era di circa 80,3mila barili, di cui l'82%, ovvero circa 66mila barili al giorno, sono stati rubati dalle forze armate statunitensi e dalle forze armate che le supportano", ha affermato il diplomatico.
Ha osservato che mentre l'esercito americano sta rubando il petrolio siriano, gli abitanti del Paese sono costretti a fare la fila per ore alle stazioni di servizio.
"Come l'Afghanistan, l'Iraq, la Libia e altri paesi, anche la Siria è vittima del cosiddetto ordine basato sulle regole degli Stati Uniti", ha affermato Wang.
Ha aggiunto che con un tale ordine i diritti umani del popolo siriano non sono protetti, ma vengono violati.
"Esortiamo gli Stati Uniti a rispettare la sovranità e la proprietà territoriale della Siria, ascoltare l'appello del popolo siriano, revocare immediatamente le sanzioni unilaterali alla Repubblica araba siriana, porre fine immediatamente al saccheggio delle risorse nazionali siriane, indagare sul saccheggio da parte dell'esercito americano, risarcire per le perdite del popolo siriano e attraverso azioni pratiche compensare i danni arrecati al popolo siriano", ha aggiunto.
Il conflitto armato in Siria prosegue dal 2011. Dal 2017 sono in corso i negoziati nel "formato Astana" e nel gennaio 2018 a Sochi si è svolto il Congresso del dialogo nazionale siriano, diventato il primo dall'inizio del conflitto tentativo di riunire su un'unica piattaforma di negoziazione un'ampia gamma di partecipanti. Il principale risultato del congresso è stata la decisione di istituire il Comitato costituzionale siriano (SCC), che opera a Ginevra, il suo compito principale è quello di preparare la riforma costituzionale.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала