- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

La Repubblica Popolare di Lugansk vuole un referendum per entrare nella Federazione Russa

© Sputnik . Aleksey Malgavko / Accedi all'archivio mediaIl gruppo di motociclisti “Lupi Notturni” hanno organizzato l'evento in occasione del 5° anniversario del referendum che ha sancito la riunificazione della Crimea con la Russia
Il gruppo di motociclisti “Lupi Notturni” hanno organizzato l'evento in occasione del 5° anniversario del referendum che ha sancito la riunificazione della Crimea con la Russia - Sputnik Italia, 1920, 19.09.2022
Seguici suTelegram
La Camera Civica della Repubblica Popolare di Lugansk si è rivolta al capo della repubblica, Leonid Pasechnik, e al Consiglio Popolare con l'iniziativa di indire immediatamente un referendum sul riconoscimento della LPR come entità costitutiva della Federazione Russa.
"La Camera Civica della Repubblica Popolare di Lugansk prende l'iniziativa di indire immediatamente un referendum sul riconoscimento della Repubblica Popolare di Lugansk come entità della Federazione russa", ha affermato l'ufficio del presidente della LPR in un appello al capo della Repubblica e al Consiglio Popolare.
La Camera ha sottolineato come questo passo, oltre ad essere un trionfo per la giustizia storica, garantirà la sicurezza della Repubblica e porrà le basi ad un ritorno ad una vita pacifica.
Kherson - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2022
La situazione in Ucraina
Forze Armate Ucraine bombardano Kherson: missile precipita in un parco
L'organo di governo ha anche fatto notare come i nazionalisti di Kiev abbiano superato tutte le linee rosse, ma che le provocazioni hanno solo avuto l'effetto di unire la popolazione locale e di rafforzarne la volontà. Di conseguenza, esiste una profonda convinzione che gli abitanti della Repubblica sostengano in pieno l'iniziativa del referendum.
"Le persone fanno una sola domanda: quando ci sarà il referendum? La gente ha paura di ciò che sta succedendo, dei bombardamenti, e di conseguenza credono che dopo il referendum ci sarà più stabilità", ha detto Karyakin in un'intervista al canale russo Rossiya24.
Secondo questi, a capo della Camera, la popolazione della Repubblica crede fermamente che dopo il plebiscito ci sarà stabilità. Ha anche espresso la speranza che la risposta del leader della Repubblica Leonid Pasechnik arrivi al più presto. Lo stesso Karyakin ha però sottolineato che il referendum non è "una questione di un giorno", ed è quindi presto per parlare di una data.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала