- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Cremlino: l'Ucraina a Izyum sta preparando una provocazione in stile Bucha

© AP Photo / Nariman El-MoftyMilitari ucraini nel Donbass
Militari ucraini nel Donbass - Sputnik Italia, 1920, 19.09.2022
Seguici suTelegram
Ad aprile, Kiev ha organizzato un'operazione sotto falsa bandiera nella città di Bucha.
Ad aprile, Kiev ha organizzato un'operazione sotto falsa bandiera nella città di Bucha vicino a Kiev, accusando la Russia di aver massacrato civili. Mosca ha chiesto un'indagine imparziale e ha sottolineato che tutte le truppe russe si erano completamente ritirate da Bucha il 30 marzo, aggiungendo che le forze ucraine stavano bombardando la città tutto il giorno.
Il portavoce presidenziale russo Dmitry Peskov ha criticato le affermazioni ucraine di massacri nella città di Izyum nella regione di Kharkov, sottolineando che Kiev sta mentendo nel tentativo di addossare la colpa alla Russia.
"È lo stesso copione di quello di Bucha, tutto va così. È una bugia e ci contenderemo la verità", ha detto. Le truppe russe e le forze della milizia si sono ritirate dalla regione di Kharkov all'inizio di questo mese mentre si raggruppavano per concentrarsi sulla liberazione del Donbass.
Venerdì, le autorità ucraine hanno affermato che a Izyum sono stati trovati luoghi di sepoltura di massa dopo il ritiro delle truppe russe, sostenendo che finora erano stati trovati più di 400 corpi. Il ministero della Difesa russo ha più volte avvertito che il regime di Kiev, sostenuto dai media occidentali, sta preparando una provocazione in stile Bucha per accusare la Russia di crimini di guerra.
La questione Crimea Peskov ha anche confutato le affermazioni ucraine sulla Crimea, sottolineando che Mosca è pronta a rispondere.
"La Crimea è parte integrante della Federazione Russa, quindi qualsiasi rivendicazione sul territorio russo riceverà una risposta adeguata", ha sottolineato Peskov.
La dichiarazione arriva dopo che l'ufficio presidenziale ucraino ha affermato che le persone in varie aree, inclusa la Crimea, dovrebbero accumulare acqua e in generale prepararsi alla "de-occupazione", poiché Kiev ha chiesto ai paesi occidentali missili a lungo raggio per colpire il territorio russo.
La Crimea è rientrata in Russia nel 2014 dopo che un referendum che visto oltre il 96% degli elettori della penisola a favore della riunificazione. In risposta, Kiev ha organizzato un blocco energetico e idrico, cercando di ostacolarne forniture e comunicazioni.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала