- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

DPR, battaglione Aydar ha perso oltre la metà dei combattenti vicino a Zaytsevo

© Sputnik / Accedi all'archivio mediaSoldato della milizia della LNR in un covo dei militanti armati del gruppo Aidar
Soldato della milizia della LNR in un covo dei militanti armati del gruppo Aidar - Sputnik Italia, 1920, 18.09.2022
Seguici suTelegram
I nazionalisti ucraini continuano a subire perdite significative nella Repubblica popolare di Donetsk, nonché nelle regioni di Kherson, Nikolaev, Zaporozhye e Kharkov, emerge dall'ultimo bollettino del ministero della Difesa russo.
"Nel corso degli scontri nei pressi del centro abitato di Zaitsevo, nella Repubblica popolare di Donetsk, il 24° battaglione della formazione nazionalista Aydar della 53a brigata meccanizzata ha perso più della metà del suo personale. Il comando delle forze armate dell'Ucraina spostato le forze rimaste dell'unità a Chasov Yar", ha affermato il dicastero militare.
Sul territorio della DPR, l'esercito russo ha anche attaccato le posizioni della 10a brigata d'assalto autonoma da montagna, della 54a e della 93a brigata meccanizzata delle Forze armate ucraine. Le perdite di queste unità ammontano a più di 110 persone e 20 veicoli militari
Nella regione di Kharkov, missili ad alta precisione hanno colpito le posizioni della 14a e 63a brigata meccanizzata e nella regione di Kherson, il 3o battaglione di difesa territoriale autonomo. In queste zone complessivamente sono stati eliminati circa 150 nazionalisti. E nella regione di Zaporozhye è stata colpita la 65a brigata meccanizzata, ha perso fino a un centinaio di militari.
Un altro attacco delle forze aerospaziali è stato condotto contro le unità della 28a brigata d'assalto meccanizzata e 79a brigata d'assalto aereo autonoma nei pressi di Nikolaev. Nella zona sono stati eliminati più di 180 membri del personale militare, distrutti due carri armati, sette veicoli corazzati da combattimento, tre cannoni e dieci automobili.
Il ministero della Difesa ha anche parlato delle battaglie sul fronte Nikolaev-Krivoy Rog.
"Il nemico, con l'uso di tre gruppi tattici di compagnia della 60a brigata di fanteria e della 57a brigata di fanteria motorizzata, supportati da sei carri armati, ha tentato di lanciare attacchi senza successo nelle aree di Mirolyubovka, Malaya Seydeminukha e Belogorka nella regione di Kherson. Tutti gli attacchi sono stati respinti con successo dalle unità delle forze armate russe", si legge nel comunicato.
Inoltre, nelle ultime 24 ore, le truppe russe hanno colpito un punto di coordinamento degli attacchi missilistici del gruppo Primorye, una base di mercenari della società militare privata americana Academy e della formazione nazionalista Kraken, nonché tre posti di comando delle forze armate ucraine e due depositi di munizioni. Le Forze aerospaziali hanno distrutto il radar di guida del complesso S-300, una stazione di difesa aerea e l'obice M777. Le unità di difesa aerea hanno abbattuto otto droni e otto lanciarazzi HIMARS.
Dal 24 febbraio, la Russia sta conducendo un'operazione militare in Ucraina. Il presidente russo Vladimir Putin ha definito il suo obiettivo "la protezione delle persone che sono state oggetto di violenza e genocidio da parte del regime di Kiev per otto anni". Putin ha aggiunto che l'obiettivo finale è la liberazione del Donbass e la creazione di condizioni che garantiscano la sicurezza della stessa Russia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала