- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Autorità regione di Zaporozhye segnalano l’ammassamento di truppe ucraine sulla linea del fronte

© AP Photo / Nariman El-MoftyMilitari ucraini nel Donbass
Militari ucraini nel Donbass - Sputnik Italia, 1920, 14.09.2022
Seguici suTelegram
Le forze armate ucraine hanno concentrato un gran numero di mezzi militari e truppe, compresi i mercenari, al confine della regione di Zaporozhye, ha affermato Vladimir Rogov, membro del consiglio principale dell'amministrazione della regione di Zaporozhye, ospite del programma Solovyov Live.
"Non c'è mai stato un tale ammassamento di guerriglieri di Zelensky sulla nostra prima linea, ce ne sono davvero molti, ecco ci sono le forze speciali, un gran numero di mercenari stranieri, la difesa territoriale e anche i mobilitati forzatamente. Se parliamo dei mezzi, si tratta degli obici M-777 e dei lanciarazzi multipli del tipo HIMARS, Grad, Uragan", ha affermato.
Rogov ha osservato che tra i mercenari sulla linea di contatto ci sono militanti che parlano inglese e polacco.
Come dichiarato in precedenza dal capo dell'amministrazione di Energodar Aleksandr Volga, la città, situata vicino alla centrale nucleare di Zaporozhye, si sta preparando per potenziali "operazioni" delle truppe ucraine, concentrate sulla sponda opposta del fiume Dnepr.
All'inizio di settembre, una missione dell'AIEA guidata dal direttore generale dell'agenzia Rafael Grossi ha visitato la centrale nucleare di Zaporozhye. L'organizzazione ha pubblicato un rapporto finale chiedendo di porre fine ai bombardamenti della centrale e dei suoi dintorni, poiché ciò potrebbe danneggiare apparecchiature critiche e rilasciare materiali radioattivi in ​​modo illimitato. Nella centrale stanno attualmente lavorando due rappresentanti dell'AIEA.
La centrale di Zaporozhye si trova sulla riva sinistra del Dnepr, vicino alla città di Energodar. La centrale è la più grande d'Europa in termini di numero di unità e capacità installata: l'impianto dispone di sei unità di potenza con una capacità di 1 gigawatt ciascuna.
Da marzo è sotto la protezione dell'esercito russo.Il ministero degli Esteri russo ha sottolineato che questo passaggio è giustificato per evitare la fuoriuscita di materiali nucleari e radioattivi. L'esercito ucraino continua a bombardare regolarmente Energodar e il territorio della centrale nucleare di Zaporozhye adiacente alla città.
Dal 24 febbraio, la Russia sta conducendo un'operazione militare in Ucraina. Il presidente russo Vladimir Putin ha definito il suo obiettivo "la protezione delle persone che sono state oggetto di violenza e genocidio da parte del regime di Kiev per otto anni". Putin ha aggiunto che l'obiettivo finale è la liberazione del Donbass e la creazione di condizioni che garantiscano la sicurezza della stessa Russia.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала