Giappone, verranno costruite le più grandi navi dell'Asia per la minaccia cinese

© Foto : Public domain Cacciatorpediniere americano USS Porter DDG 78
Cacciatorpediniere americano USS Porter DDG 78 - Sputnik Italia, 1920, 13.09.2022
Seguici suTelegram
Il ministero della Difesa giapponese suggerisce di costruire due navi per la difesa contro i missili balistici. Le navi saranno tra le più grandi navi da guerra giapponesi dalla seconda guerra mondiale, affermano i funzionari del governo.
Il Giappone si sta preparando a costruire due delle più grandi navi da guerra di superficie in Asia. I due cacciatorpedinieri dovranno proteggere il Paese dai missili balistici della Corea del Nord e della Cina, missili che possono essere armati con testate chimiche o addirittura nucleari, scrive Popular Mechanics.
Secondo il portale USNI, questi cacciatorpedinieri saranno costruiti appositamente per trasportare il sistema di combattimento Aegis, il radar e i missili intercettori SM-3. Ogni nave avrà un dislocamento approssimativo di 20.000 tonnellate, una lunghezza di 210 metri e una larghezza di circa 40 metri. Per farsi un'idea, le più grandi navi da combattimento di superficie della Marina degli Stati Uniti, i cacciatorpedinieri stealth USS Zumwalt hanno una cilindrata di 16.000 tonnellate, 185 metri di lunghezza e 24 metri di larghezza.
Attualmente, la nave da guerra di superficie più grande del mondo è la Pyotr Veliky, che fa parte della flotta russa del Nord ed è lunga 252 metri e larga 28,6 metri. Questi due cacciatorpedinieri saranno di dimensioni insolitamente grandi per diversi motivi. In primo luogo, saranno probabilmente equipaggiati con radar antiaerei e di difesa missilistica (AMDR), in secondo luogo, le navi devono trasportare una quantità relativamente grande di missili intercettori SM-3 BlockIIA per fornire difesa.
Unione Europea - Sputnik Italia, 1920, 13.09.2022
Il Guardian: è improbabile che l’UE introduca il price cap sul gas russo
Inoltre, le due navi trascorreranno lunghi periodi in mare, con i radar costantemente attivi per rilevare le minacce. Le navi hanno bisogno di grandi serbatoi di carburante per i sistemi di propulsione, combattimento e radar. Secondo il portale, l'entità militare giapponese prevede che la prima nave sarà messa in servizio nel 2027 e la seconda nel 2028.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала