Giallo sui mezzi militari per le strade di Chisinau: il ministero chiarisce "é un'esercitazione"

© Fotolia / Melanie_10La sede del Parlamento della Moldavia a Chisinau
La sede del Parlamento della Moldavia a Chisinau - Sputnik Italia, 1920, 12.09.2022
Seguici suTelegram
Il ministero della Difesa della Moldavia ha spiegato la foto con equipaggiamento militare per le strade di Chisinau all'inizio delle esercitazioni.
Il movimento di equipaggiamento militare per le strade di Chisinau di questo lunedì è collegato all'inizio delle esercitazioni militari Fire Shield, ha detto ai giornalisti il ​​ministero della Difesa moldavo.
All'inizio di lunedì, sui canali Telegram e sui social network, sono state pubblicate foto e video che mostrano il movimento di equipaggiamenti militari per le strade della capitale moldava.

"In connessione con le informazioni sullo spostamento di alcuni equipaggiamenti militari di ieri sera, diamo le seguenti spiegazioni: dal 12 al 23 settembre si terranno le esercitazioni Fire Shield 2022, l'equipaggiamento è stato inviato all'addestramento centri", ha affermato il ministero della Difesa in un comunicato stampa.

Il ministero ha osservato che l'attrezzatura si è spostata non solo a Chisinau, ma anche in altri insediamenti. Ai cittadini è stato chiesto di astenersi dal diffondere filmati su Internet.

"Esortiamo i cittadini a non spaventarsi quando vedono attrezzature militari che percorrono le strade nazionali e chiediamo di astenersi dal pubblicare immagini su Internet, poiché ciò potrebbe portare a disinformazione", ha affermato il ministero della Difesa.

In precedenza, il capo del dipartimento, Anatoly Nosatii, aveva dichiarato ai media che l'esercito nazionale della Moldova conta 6,5 ​​mila militari e 2 mila civili e il suo equipaggiamento militare è 'vecchio equipaggiamento sovietico'.
Russian President Vladimir Putin  - Sputnik Italia, 1920, 12.09.2022
Putin: la 'guerra lampo' dell'Occidente fallita perché la Russia ha implementato misure protettive
Le autorità della repubblica dichiarano la necessità di acquistare armi per rafforzare la capacità di difesa e rafforzare i confini, nel contesto di una crisi regionale.
In un'intervista ai canali televisivi, il segretario di Stato del ministero della Difesa Valery Mizha ha affermato che l'esercito moldavo riceverà moderni veicoli blindati, apparecchiature di comunicazione e droni nell'ambito del programma dell'UE per 40 milioni di euro, il che raddoppierà il bilancio della difesa del Paese quest'anno.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала