Due dipendenti dell'ambasciata russa sono rimasti uccisi nell'esplosione a Kabul

Ambasciata russa in Afghanistan
Ambasciata russa in Afghanistan - Sputnik Italia, 1920, 05.09.2022
Seguici suTelegram
A seguito dell'esplosione vicino all'edificio dell'ambasciata russa a Kabul, due dipendenti della missione diplomatica sono rimasti uccisi, ha comunicato il ministero degli Esteri russo.
"Il 5 settembre, alle 10:50 ora di Kabul, nelle immediate vicinanze dell'ingresso del dipartimento consolare dell'Ambasciata russa a Kabul, un militante sconosciuto ha fatto esplodere un ordigno esplosivo. A seguito dell'attacco, due membri della missione diplomatica sono stati uccisi e ci sono state vittime anche tra i cittadini afgani", afferma il rapporto.
In precedenza, una fonte della RIA Novosti aveva affermato che l’attentato era avvenuto quando un diplomatico si è rivolto a persone in fila per annunciare i candidati al visto.
Secondo i dati preliminari delle fonti dell'agenzia nell'ospedale Estiqlal, il più vicino all'ambasciata, almeno dieci persone sarebbero morte, altre otto ricoverate in ospedale.
Il segretario stampa del presidente della Russia Dmitry Peskov ha affermato che "ovviamente stiamo parlando di un attacco terroristico".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала