Teheran invia risposta "costruttiva" alle proposte di parte usa sul JCPOA, dubbi dagli Stati Uniti

© AP PhotoProgramma nucleare iraniano
Programma nucleare iraniano - Sputnik Italia, 1920, 02.09.2022
Seguici suTelegram
Il portavoce del ministero degli Esteri iraniano Nasser Kanaani ha dichiarato questo venerdì che Teheran ha inviato una risposta "costruttiva" alle proposte di Washington sul rilancio del Joint Comprehensive Plan of Action (JCPOA). Ma dagli Stati Uniti bocciano già il piano.
All'inizio della giornata, il presidente francese Emmanuel Macron ha espresso la speranza che nei prossimi giorni venga raggiunto un accordo sul JCPOA.
"Il testo che è stato inviato [dall'Iran] ha un approccio costruttivo volto a finalizzare i negoziati", ha dichiarato Nasser Kanaani ai media iraniani.
Dallo scorso anno a Vienna sono in corso negoziati per rinnovare il JCPOA e revocare le sanzioni di Washington contro l'Iran. Ad agosto si è svolto un altro ciclo di discussioni. L'8 agosto il coordinatore dell'Unione europea ha distribuito il "testo definitivo" della bozza di accordo sul ripristino dell'accordo nucleare con l'Iran. Il capo della diplomazia europea, Josep Borrell, ha precisato che i suoi punti dovrebbero essere concordati.
A sua volta, il rappresentante permanente della Russia a Vienna, Mikhail Ulyanov, ha affermato che il testo è propositivo, ma dipende dal fatto che tutti gli Stati partecipanti ai negoziati siano d'accordo con questa versione della soluzione del pacchetto.
Il 15 agosto, l'Iran ha inviato a Borrell la propria risposta sulla proposta di accordo sul ripristino dell'accordo nucleare iraniano, e ha anche espresso il suo parere sulle "questioni rimanenti" nei negoziati.
L'UE ha definito costruttiva la risposta dell'Iran alla proposta di accordo nucleare e ha affermato che si stava consultando con gli Stati Uniti su ulteriori passi. La parte iraniana ha ricevuto una risposta dagli Stati Uniti il ​​24 agosto.
Permangono però da parte statunitense dubbi sul testo:
"Lo stiamo studiando e risponderemo attraverso l'UE, ma purtroppo non è costruttivo".
Gli Stati Uniti sono usciti dal JCPOA durante l'amministrazione Trump, quando l'allora presidente Donald Trump si è separato dall'accordo dell'era Obama e ha accusato l'Iran di aver infranto le clausole delineate nell'accordo. Trump ha seguito la mossa lanciando una campagna di "massima pressione" contro l'Iran. A sua volta, l'Iran ha aumentato i suoi livelli di arricchimento dell'uranio.
Da allora le trattative vanno avanti con alti e bassi. In questo ultimo periodo, dopo l'ultima tornata di negoziati, si sono alzate più voci da parte iraniana ed europea circa le speranze di poter giungere ad un accordo costruttivo tra le parti in gioco, ma dagli Stati Uniti sembra alzarsi l'ennesimo veto.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала