La Polonia chiede alla Germania 1300 miliardi di dollari di risarcimento per la 2° Guerra Mondiale

© SputnikLa liberazione di Varsavia
La liberazione di Varsavia - Sputnik Italia, 1920, 01.09.2022
Seguici suTelegram
Dalla Polonia con il Presidente del Consiglio dei ministri Kaczynski la richiesta di un maxi-risarcimento al Paese polacco per i danni che la Germania ha prodotto all'epoca della II guerra mondiale.
La Polonia chiederà alla Germania più di un trilione di dollari di risarcimento per i danni causati durante la seconda guerra mondiale, ha affermato il capo del Partito 'Diritto e Giustizia' (PiS) al potere in Polonia, Jarosław Kaczynski.

"L'importo che è stato presentato come il costo del danno è di 6 trilioni 200 miliardi di zloty (1.3 trilioni di dollari circa, n.d.r.)", ha detto Kaczynski, presentando un rapporto sulle perdite militari della Polonia.

Secondo Kaczynski, questo importo è "completamente alla portata per la Germania". Allo stesso tempo, non ha escluso che in futuro potrebbe crescere.
Secondo ancora Kaczynski, "la Germania non ha ancora pagato per i suoi crimini contro la Polonia".
Lo stesso fa notare inoltre come molti criminali nazisti non siano stati puniti e alcuni addirittura "abbiano occupato posizioni elevate" nella Germania del dopoguerra.
Il capo del PiS ha osservato che l'intento della presentazione del rapporto sulle riparazioni è "una decisione di sollevare questo problema nell'arena internazionale, e soprattutto nelle relazioni polacco-tedesche".
Kaczynski fa inoltre osservare che la Polonia vuole "ricevere un risarcimento per tutto ciò che lo stato tedesco e il popolo tedesco hanno fatto alla Polonia nel 1939-1945".
"Questo è il nostro obiettivo, che si inserisce nel concetto di ripristinare il normale stato di cose nel funzionamento dello Stato polacco", ha sottolineato Kaczynski.
In Polonia, alcuni anni fa, è stata sollevata la questione che la Germania avrebbe dovuto risarcire la repubblica polacca per i danni subiti durante la seconda guerra mondiale, ed è stata creata una commissione parlamentare speciale per calcolare l'importo.
Il governo tedesco ha ripetutamente affermato di non avere intenzione di effettuare pagamenti alla Polonia: a Berlino credono di aver già pagato riparazioni abbastanza ingenti e non "c'è motivo di mettere in discussione il rifiuto delle riparazioni della Polonia nel 1953".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала