Agenzia stampa Sputnik sotto massiccio attacco informatico DDoS

© Sputnik . Igor RussakL'agenzia d'informazione Sputnik
L'agenzia d'informazione Sputnik - Sputnik Italia, 1920, 26.08.2022
Seguici suTelegram
Questo è il secondo attacco su larga scala alle reti dello Sputnik in 6 mesi, con il precedente avvenuto il 26 febbraio, pochi giorni dopo l'inizio dell'operazione militare speciale russa in Ucraina, quando "Sputnik International", così come le sue versioni polacca e ceca, hanno subito interruzioni nel proprio lavoro.
L'agenzia di stampa Sputnik ha subito un attacco informatico DDoS (Distributed Denial-of-Service) su larga scala sulla sua rete a partire dalle ore 15:00 del 25 agosto, che ha provocato numerose interruzioni del funzionamento dei suoi servizi e temporaneamente impedito l'accesso ai suoi siti web.
L'attacco è in corso da quasi un giorno, ma gli specialisti IT dell'agenzia di stampa sono riusciti a gestire la maggior parte delle fonti della minaccia, che sono risultati essere in gran parte negli Stati Uniti, nel Regno Unito, in Ucraina e in Thailandia, anche se alcune provenivano dalla Russia.
Gli specialisti suggeriscono che uno dei servizi cloud russi potrebbe essere stato violato e utilizzato per l'attacco DDoS a Sputnik.
Secondo uno degli specialisti IT dell'agenzia di stampa, l'attacco è stato simile a quelli che Sputnik ha subito a febbraio e marzo di quest'anno.
L'attacco DDoS arriva quando Sputnik è messo a tacere in numerosi paesi occidentali: i suoi siti Web sono bloccati e le principali piattaforme di social media limitano l'accesso alle sue pagine ai cittadini europei, il tutto su richiesta delle autorità occidentali.
L'UE ha giustificato la mossa successiva all'inizio dell'operazione militare speciale russa, affermando la necessità di fermare la "propaganda" di Mosca e la diffusione della "disinformazione" sulla situazione in Ucraina.
CIA, Virginia, USA - Sputnik Italia, 1920, 26.08.2022
La CIA minaccia gli uomini d'affari turchi per il commercio con la Russia - media locali
Misure simili sono state adottate da Bruxelles nei confronti di molti altri media russi. Sputnik ha interpretato la mossa come una sfacciata violazione della libertà di parola da parte dei paesi europei.
Anche il Cremlino ha condannato le azioni dei Paesi occidentali contro i media russi.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала