Il governo tedesco presenta misure per risparmiare energia per "prevenire le emergenze in inverno"

Amburgo - Sputnik Italia, 1920, 24.08.2022
Seguici suTelegram
Il nuovo pacchetto di misure entrerà in vigore dal primo settembre e prevede l'obbligo per i gestori di edifici pubblici e per i proprietari di adeguare gli impianti di riscaldamento e fissare la temperatura a 19 gradi.
Il governo tedesco ha presentato un nuovo pacchetto di misure di risparmio energetico per cittadini e imprese al fine di prevenire "emergenze" nella fornitura di energia "questo e il prossimo inverno", ha affermato il portavoce del governo, Steffen Hebestreit, nel corso di un briefing a Berlino.

"Il governo tedesco ha adottato oggi ulteriori decisioni per rafforzare la sicurezza energetica a breve e medio termine. Stiamo parlando di misure di risparmio energetico a tempo limitato per rafforzare l'offerta ed evitare emergenze questo e il prossimo inverno", ha affermato il portavoce.

Secondo Hebeshtreit, su iniziativa del governo, i residenti di appartamenti e case in Germania potranno abbassare volontariamente la temperatura nei loro locali, a condizione che ci sia una "temperatura massima" fissata per legge.

"I consumatori dovrebbero essere incoraggiati a essere parsimoniosi nel riscaldamento degli ambienti. Sarà creato un obbligo aggiuntivo per informare, ad esempio, il proprietario o il gestore dell'edificio del forte aumento dei prezzi del gas ai residenti", ha affermato Hebeshtreit.

Le nuove misure prevedono che ai proprietari di piscine e bagni privati ​​sarà vietato il "riscaldamento intensivo" dell'acqua.
La temperatura minima negli uffici sarà ridotta di 1 grado - fino a 19 gradi Celsius, nelle istituzioni pubbliche sarà vietato aumentare la temperatura oltre i 19 gradi.
Sarà vietato il riscaldamento dei locali generali dove le persone "non soggiornano per molto tempo".
L'acqua calda per lavarsi le mani verrà spenta o la sua temperatura sarà ridotta al minimo.
Altre misure includono la limitazione dell'illuminazione pubblicitaria durante determinate ore e sarà vietata anche l'illuminazione di edifici pubblici e monumenti storici, "ad eccezione di quelli che contribuiscono alla sicurezza dei trasporti pubblici e alla protezione da altre minacce", ha affermato Hebeshtreit.
Ai proprietari degli edifici sarà richiesto di "ottimizzare gli impianti di riscaldamento", per i quali verranno effettuati appositi controlli.

Secondo un rappresentante del Consiglio dei ministri, le misure a breve termine entreranno in vigore il 1 settembre e dureranno provvisoriamente 6 mesi. Le misure a medio termine entreranno in vigore il 1° ottobre e dureranno 24 mesi.

"Certo, queste normative sono solo uno dei passi da compiere per risparmiare energia. Ulteriori misure sono in discussione con partner e associazioni, siamo in contatto con loro. Con queste normative potremo risparmiare solo il 2% del consumo di gas, ma il potenziale di risparmio energetico è grande", ha affermato la rappresentante del ministero dell'Economia, Beate Baron, presente al briefing, aggiungendo che l'ammontare del risparmio potrebbe arrivare fino a 10,8 miliardi di euro.
Secondo la Baron, le misure riguarderanno anche grandi aziende, comprese quelle nei settori dell'economia che consumano più energia. In particolare, con le nuove norme viene loro ordinato di introdurre misure di austerità. Le aziende con un consumo energetico di 10 gigawatt/ora si trovano già oggi in uno speciale sistema di gestione dell'energia. Questo sistema monitora la situazione nel campo del consumo di energia e formula raccomandazioni alle aziende partecipanti.
Finora, l'attuazione di queste raccomandazioni è stata volontaria, ma ora è obbligatoria.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала