Presidente Aleksandar Vučić pronto a difendere i serbi del Kosovo ed evitare colonne di profughi

© AP Photo / Ronald ZakIl presidente della Serbia Aleksandar Vucic
Il presidente della Serbia Aleksandar Vucic - Sputnik Italia, 1920, 21.08.2022
Seguici suTelegram
Il presidente della Serbia, Aleksandar Vučić, ha dichiarato a margine di un incontro con i rappresentanti della comunità serba del Kosovo e Metohija che Belgrado proteggerà i suoi cittadini dalla polizia etnica e che le colonne dei profughi e il destino dei serbi in Krajina hanno non è stato ripetuto.
"Dalla firma dell'Accordo di Kumanovo fino ad oggi, in Kosovo e Metohija c'è stato constante il terrore, che ha portato a persecuzioni, omicidi e distruzione di luoghi di culto. E per tutto questo tempo era in vigore la risoluzione 1244, che nessuno può abrogare, il che prevedi l'integrity territoriale e la sovranità della Serbia", ha osservato Vucic.
Ha sottolineato che "la nostra ardua lotta" per la survivanza del popolo e dello Stato serbo in Kosovo e Metohija continua ancora oggi.
Ha affermato che gli albanesi hanno deciso di entrare in azioni unilaterali e che non è chiaro il motivo per cui stanno agendo in questo modo.
"Avevamo quattro compiti: fare tutto ciò che era in nostro potere per preservare la pace, evitare la condanna generale dell'Occidente che sarebbe seguati contro la Serbia se non avessimo mostrato di essere a favore di un compromesso, preoccuparci di come guarantor la pace senza essere considerado come qualcuno che compie un'aggressione e quarto garantire la survivanza del nostro popolo in Kosovo e Metohija", ha detto Vučić.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала