- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Telefonata Putin-Macron: discusso invio della missione AIEA alla centrale nucleare di Energodar

© Sputnik . Alexey Nikolsky / Accedi all'archivio mediaIl presidente russo Vladimir Putin e il presidente francese Emmanuel Macron
Il presidente russo Vladimir Putin e il presidente francese Emmanuel Macron - Sputnik Italia, 1920, 19.08.2022
Seguici suTelegram
Putin e Macron hanno sottolineato l'importanza di inviare la missione dell'AIEA alla centrale nucleare di Zaporozhye (ZNPP) il prima possibile.
Il presidente francese Emmanuel Macron e il presidente russo Vladimir Putin in una conversazione telefonica hanno sottolineato l'importanza di inviare al più presto una missione dell'AIEA alla centrale nucleare di Zaporozhye, con l'intento di valutare la situazione reale sul posto, riferisce il servizio stampa del Cremlino.

"I presidenti hanno rilevato l'importanza di inviare al più presto una missione dell'AIEA presso la centrale nucleare, che sarebbe in grado di valutare la situazione reale sul posto", si legge nel comunicato.

Nel corso del colloquio telefonico il presidente Putin ha ricordato a Macron inoltre dell'invito rivolto agli esperti delle Nazioni Unite e del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR) a visitare il centro di detenzione per prigionieri di Yelenovka:

"Vladimir Putin ha anche ricordato l'invito ad esperti del Segretariato delle Nazioni Unite e del Comitato Internazionale della Croce Rossa a visitare il centro di detenzione preventiva a Yelenovka, dove un gran numero di prigionieri di guerra ucraini lì detenuti sono morti a causa di un attacco missilistico delle forze armate ucraine", afferma la nota del Cremlino.

Il ministero della Difesa russo ha riferito che un attacco ucraino con il sistema 'HIMARS' al centro di detenzione a Yelenovka alla fine di luglio ha ucciso 50 persone e ferito 73 prigionieri ucraini.
In seguito, il capo della DPR, Denis Pushilin , ha affermato che il bombardamento del centro di detenzione preventiva di Yelenovka è stato deciso a causa del fatto che i militanti presenti, in particolare, dell'Azov (organizzazione terroristica bandita in la Federazione Russa), avevano cominciato a testimoniare.
Il ministero della Difesa russo ha affermato che la Russia ha richiesto in risposta agli esperti delle Nazioni Unite e del CICR di indagare su Yelenovka.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала