Sale l'allarme in Europa per la produzione metallurgica: troppo cara l'energia

© Sputnik / Accedi all'archivio mediaun impianto metallurgico
un impianto metallurgico - Sputnik Italia, 1920, 19.08.2022
Seguici suTelegram
Si alza l'allarme sulla produzione delle acciaierie in Europa, sempre più a rischio a causa dei continui rincari dell'energia. A rischio chiusura molti stabilimenti in tutta Europa.
Sempre più acciaierie in Europa sono a rischio di chiusura, ciò è dovuto alla costosa elettricità nella regione e i rischi potrebbero materializzarsi prima di quanto si aspettino gli operatori del mercato, scrive il quotidiano Financial Times.

"Si prevede che più acciaierie europee chiuderanno mentre la regione entra in un inverno 'affamato'. Si rileva inoltre che, secondo l'Associazione europea dei produttori di metalli non ferrosi (Eurometaux), la metà della produzione di alluminio e zinco dell'UE è già andata perduta quest'anno, (...) mentre i produttori lottano per far fronte all'aumento dei prezzi dell'elettricità".

Intanto, questa settimana è stata annunciata la chiusura della "Norsk Hydro" in Slovacchia e della "Nyrstar" nei Paesi Bassi, e ora i trader si aspettano che seguiranno ulteriori chiusure a causa degli alti prezzi dell'energia dopo l'inizio della crisi in atto in Ucraina.

"Ovviamente, le chiusure degli impianti europei saranno più significative e prima di quanto ci aspettassimo", ha affermato l'esperto del comparto metalli Tom Mulqueen.

Il Financial Times rileva che la chiusura degli stabilimenti ha enormi implicazioni per l'economia europea, poiché i maggiori produttori della regione in settori strategici come l'acciaio, la difesa, il settore aerospaziale e l'automotive stanno cercando di diventare meno dipendenti dalle importazioni e la chiusura degli stabilimenti li costringerà a rivolgersi a produttori stranieri, in primis, in Russia e Cina.
Londra, London Eye - Sputnik Italia, 1920, 19.08.2022
GB, ministro Finanze consiglia al futuro premier di incolpare la Russia per gli aumenti dei prezzi
"I prezzi dell'elettricità in Germania con consegna nel prossimo anno, che punto di riferimento per l'Europa, sono saliti a 543 euro per MWh, 12 volte in più rispetto a due anni fa, grazie a un aumento record dei prezzi del gas dopo che la Federazione Russa ha tagliato le consegne", conclude il giornale, sottolineando che si apre "una grande sfida per le fonderie con alti consumi di energia".
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала