L'Opec aumenta la produzione a luglio, ancora una volta al di sotto del volume consentito da Opec+

© AFP 2022 / Ryad Kramdi OPEC. (File)
OPEC. (File) - Sputnik Italia, 1920, 11.08.2022
Seguici suTelegram
Nonostante gli aumenti di produzione del greggio, i valori produttivi restano al di sotto della media dei livelli consentiti dagli accordi con l'OPEC+. Il dato da un rapporto dell'Organizzazione stessa. Aumenti riscontrati in Arabia Saudita, Kuwait, Emirati Arabi ma cala la produzione in Libia, Venezuela e Angola.
La produzione di petrolio dell'OPEC a luglio è aumentata di 162 mila barili al giorno rispetto ai livelli di giugno, pari a 28,84 milioni di barili al giorno, tuttavia, i Paesi dell'organizzazione hanno prodotto ancora una volta al di sotto dei livelli consentiti dall'accordo OPEC +, rispettando l'accordo del 412%, come risulta dai dati del rapporto di organizzazione di agosto.

"Secondo fonti secondarie, la produzione totale di petrolio dei 13 Paesi OPEC a luglio 2022 è stata in media di 28,84 milioni di barili al giorno, ovvero 162 mila barili al giorno in più rispetto al mese scorso. La produzione è aumentata principalmente in Arabia Saudita, Kuwait e negli Emirati Arabi Uniti, mentre è diminuita in Venezuela, Libia e Angola", afferma il rapporto.

Come emerge dai dati dell'OPEC, in relazione all'ottobre 2018, punto di riferimento per l'accordo sul taglio della produzione di petrolio dell'OPEC+, l'organizzazione ha ridotto la produzione di 1.678 milioni di barili al giorno.
Ciò supera gli obblighi di dieci dei suoi Paesi che partecipano all'accordo di 1.271 milioni di barili al giorno. Di conseguenza, l'OPEC ha completato l'accordo del 412% a luglio. A giugno l'accordo è stato rispettato al 229%.
Презентация нового военного самолета Checkmate  - Sputnik Italia, 1920, 10.08.2022
Al forum ‘Army-2022’ verrà presentato il sistema di comunicazione del caccia russo
L'OPEC+ ha ridotto la produzione di petrolio di 9,7 milioni di barili al giorno a maggio 2020 a causa del calo della domanda per la pandemia di COVID-19. I termini dell'accordo sono stati poi ripetutamente modificati. Da agosto 2021, l'alleanza ha aumentato la produzione di 400mila barili al giorno ogni mese, e, a maggio-giugno di quest'anno -di 432mila barili, a luglio - di 648mila.
Allo stesso tempo, un certo numero di Paesi OPEC+, a causa di un calo naturale della produzione, o per problemi tecnici e restrizioni esterne, non possono aumentare la produzione al livello loro consentito.
Difficoltà, in particolare, sono emerse in Nigeria, Guinea Equatoriale, Congo, Angola.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала