Ministero della Salute, l'ondata di caldo in Italia a luglio ha portato la mortalità a più 21%

© Sputnik / Accedi all'archivio mediaAnziani seduti al tavolino di un bar
Anziani seduti al tavolino di un bar - Sputnik Italia, 1920, 10.08.2022
Seguici suTelegram
Dati allarmanti sulle temperature registrate quest'anno sull'Appennino indicano che il clima ha da tempo superato "il punto di non-ritorno", il tasso di mortalità registra in gran parte delle città un picco in correlazione con le ripetute ondate di caldo tropicale che si susseguono da anni. A farne le spese gli anziani delle città italiane.
L'ondata di caldo che ha colpito l'Appennino quest'estate ha provocato un picco del tasso di mortalità del 21% nelle prime 2 settimane di luglio, ha affermato il ministero della Salute italiano.

L'eccesso di mortalità indica il superamento del numero effettivo di decessi rispetto al numero previsto.
Secondo il Ministero della Salute, nelle 33 maggiori città del Paese, dove viene effettuato un monitoraggio medico costante, a giugno l'eccesso di mortalità era del 9% e nella prima metà di luglio del 21%. Dati da record si registrano nelle città di Latina (72%), Bari (56%), Viterbo (52%), Cagliari (51%).
A Roma la mortalità è aumentata del 28%, a Napoli - del 27%, a Firenze - del 22%.

Al riguardo, il Ministero della Salute ha richiamato l'attenzione sul fatto che a giugno la temperatura dell'aria in Italia era di 3 gradi superiore al valore medio, e già all'inizio di luglio si registravano temperature nell'ordine dei 37-40 gradi sull'Appennino.
Siccità - Sputnik Italia, 1920, 09.08.2022
Spagna, agricoltori temono aumento prezzi causa siccità: "non potremo permetterci un filone di pane"
Il rapporto indica anche che, secondo l'Organizzazione meteorologica mondiale (OMM), le temperature record registrate quest'estate a causa del cambiamento climatico diventeranno la norma nel Mediterraneo, in futuro. Secondo le previsioni degli scienziati, se non verranno prese misure per ridurre le emissioni di gas serra, entro la metà del secolo, il riscaldamento globale potrebbe portare a un aumento della temperatura dell'aria sul pianeta di 2 gradi.

La scorsa settimana, gli esperti dell'Istituto nazionale per la ricerca sull'atmosfera e il clima (Isac) hanno riferito che i primi 7 mesi del 2022 hanno visto temperature così elevate in Italia che quest'anno potrebbe essere il più caldo dell'intera storia di oltre 200 anni di osservazioni meteorologiche sull'Appennino.

La temperatura record è stata registrata dai meteorologi a luglio: è di 2,26 gradi superiore alla temperatura media dal 1800. Per quanto riguarda i primi 7 mesi di quest'anno, questa cifra supera la media di 0,98 gradi.

All'inizio di agosto 2021 la temperatura dell'aria nel piccolo comune siciliano di Floridia ha raggiunto i 48,8 gradi, battendo così il precedente record storico europeo, che, secondo l'OMM, teneva da luglio 1977, quando ad Atene furono registrati 48 gradi.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала