Il cliente libanese rifiuta il carico della prima nave salpata dall'Ucraina con mais a bordo

 / Accedi all'archivio mediaLa nave Razoni
La nave Razoni - Sputnik Italia, 1920, 08.08.2022
Seguici suTelegram
La Razoni, battente bandiera della Sierra Leone, era diretta in Libano. Ora cercherà un nuovo acquirente per il suo carico.
Il cliente libanese che lo aveva ordinato ha rifiutato il carico di mais in arrivo da Odessa sulla nave da carico secco Razoni, la prima nave a lasciare il porto ucraino dopo l'accordo raggiunto a Istanbul.
Domenica, il ministro libanese dei lavori pubblici e dei trasporti Ali Hamia ha informato che la nave portarinfuse Razoni battente bandiera della Sierra Leone che trasportava mais ucraino aveva cambiato rotta e apparentemente era in attesa di istruzioni su una nuova destinazione.
Le autorità portuali di Tripoli, interpellate da Sputnik, non hanno rilasciato commenti a riguardo.
L'ambasciata ucraina in Libano specifica l'accaduto:
Sulla base delle informazioni del vettore, l'acquirente finale in Libano ha rifiutato il carico a causa di un ritardo nei termini di consegna (più di cinque mesi)", ha scritto la missione diplomatica ucraina su Twitter.
Secondo le informazioni diffuse, il vettore sta valutando acquirenti alternativi, compresi quelli al di fuori del Libano.
Il 22 luglio, a Istanbul, sono stati firmati accordi multilaterali sulla revoca delle restrizioni alla fornitura di prodotti russi per l'esportazione e sull'assistenza russa all'esportazione di grano ucraino. L'accordo, firmato da rappresentanti di Russia, Turchia, Ucraina e ONU, prevede l'esportazione di grano, cibo e fertilizzanti ucraini attraverso il Mar Nero da tre porti, tra cui Odessa.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала