Da Svizzera monito alla Cina: con attacco a Taiwan sanzioni più pesanti di quelle contro la Russia

© AP Photo / Chiang Ying-yingDancers perform during the inauguration ceremony of Taiwan's President Tsai Ing-wen in Taipei, Taiwan, Friday, May 20, 2016
Dancers perform during the inauguration ceremony of Taiwan's President Tsai Ing-wen in Taipei, Taiwan, Friday, May 20, 2016 - Sputnik Italia, 1920, 30.07.2022
Seguici suTelegram
Le tensioni su Taiwan sono cresciute negli ultimi giorni in relazione alla possibile visita sull'isola della presidente della Camera dei Rappresentanti Nancy Pelosi.
La direttrice della Segreteria di Stato dell'economia (SECO) della Svizzera Marie-Gabrielle Ineichen-Fleisch ha affermato che in caso di invasione cinese di Taiwan, nei confronti della Cina saranno imposte sanzioni più dure di quelle adottate contro la Russia a seguito dell’avvio della sua operazione militare in Ucraina.
"Credo fermamente che adotteremo tali sanzioni", ha affermato Ineichen-Fleisch al quotidiano Neue Zuercher Zeitung, rispondendo alla domanda se la Svizzera imporrà sanzioni che sarebbero state adottate dai Paesi Ue contro Pechino nel caso di un’operazione cinese sull’isola di Taiwan.
“Nel caso della Cina, però, le sanzioni saranno molto più radicali (rispetto a quelle imposte alla Russia), perché i rapporti economici sono molto più significativi”, ha aggiunto Ineichen-Fleisch.
A questo proposito, la funzionaria ha ammesso che l'imposizione di sanzioni contro la Cina provocherebbe "ulteriori discussioni" sia nell'UE e negli Stati Uniti che in Svizzera. ▪️"Ma spero che non si arrivi mai a questo", ha aggiunto la direttrice della SECO.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала