Ex consigliere Casa Bianca e ambasciatore Usa all'Onu ammette di aver pianificato colpi di stato

John Bolton - Sputnik Italia, 1920, 13.07.2022
Seguici suTelegram
Ex consigliere alla sicurezza di Trump John Bolton dichiara di aver "aiutato a pianificare colpi di stato" in altri Paesi del mondo per mettere governi graditi a Washington.
L'ex ambasciatore statunitense presso le Nazioni Unite ed ex consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca durante l'amministrazione Trump John Bolton ha ammesso alla Cnn di aver contribuito a pianificare tentativi di colpo di stato in Paesi stranieri.
Parlando con Jake Trapper sull'audizione del Congresso del gennaio 2021 in relazione all'assalto di Capitol Hill, ha affermato che Trump non era abbastanza competente per compiere un "colpo di stato accuratamente pianificato".
“Come persona che ha aiutato a pianificare i colpi di stato, non qui, ma sapete, ci vuole molto lavoro. E non è quello che ha fatto Trump. Ha semplicemente "scivolato" su un'idea", ha detto Bolton.
L'ex consigliere, licenziato nel settembre 2019, ha deciso di tacere sui dettagli. Tuttavia, in seguito ha menzionato il Venezuela nel contesto di uno scontro senza successo:
"Ho visto quanto è costato all'opposizione cercare di rovesciare un presidente legittimamente eletto ed ha fallito".

Reazione di Mosca alle parole di Bolton

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova ha commentato l'uscita di John Bolton, rilevando come sia la prima ammissione da parte di un funzionario di alto livello dell'amministrazione americana nella preparazione di colpi di stato all'estero.
"Non ricordo nessun'altra persona, che occupasse posizioni così di alto livello ed fosse direttamente responsabile della politica internazionale degli Stati Uniti, che abbia detto chiaramente di aver pianificato colpi di stato in altri Paesi. Ancora una volta: non appoggiare forze democratiche, non promuovere la democrazia, il pluralismo, ecc. Ma così non ricordo una persona, che è stata in una posizione di potere nelle amministrazioni di diversi presidenti, dire in modo così aperto e arrogante di essere stato coinvolto nella pianificazione colpi di stato all'estero", ha detto la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала