Al via le udienze al Tas di Losanna del ricorso della Russia contro l’esclusione da Mondiali e Coppe

© Sputnik . Vladimir Astapkovich / Vai alla galleria fotograficaТоварищеский матч по футболу между сборными командами России и Ирана
Товарищеский матч по футболу между сборными командами России и Ирана - Sputnik Italia, 1920, 05.07.2022
Seguici suTelegram
Oggi il TAS ha tenuto la prima delle due udienze previste della Federcalcio russa e delle squadre di club che hanno fatto appello contro l'esclusione decisa da FIFA e UEFA dalle competizioni da loro organizzate.
L'udienza odierna, a Losanna, in Svizzera, sarà seguita da una seconda udienza lunedì prossimo da parte di quattro club russi, tra cui lo Zenit di San Pietroburgo, i campioni in carica del campionato russo, che contestano l'esclusione dalle competizione UEFA.
In caso di riscontro positivo, probabile che il comitato olimpico russo possa presenti un ricorso contro il Cio per l’esclusione degli atleti dalle competizioni internazionali.
Il Comitato Olimpico Russo (Roc) e dodici federazioni nazionali hanno presentato ricorso al Tas per far reintegrare gli atleti e le squadre nazionali nelle competizioni internazionali.
Molto atleti russi stati infatti estromessi dalle competizioni internazionali da gran parte delle federazioni su raccomandazione del Comitato Olimpico Internazionale a seguito dell'operazione militare di Mosca in Ucraina. Nuovi aggiornamenti circa l’eventuale intervento del Tribunale Arbitrale dello Sport di Losanna sono previsti tra agosto e settembre. Per gli eventi in Ucraina, la Russia ha dovuto anche rinunciare all’organizzazione di alcuni eventi già assegnati, fra cui i Mondiali di Pallavolo, di nuoto e hockey su ghiaccio.

Guerra ibrida degli Stati Uniti contro la Russia

Rick Sterling, un giornalista investigativo domiciliato in California che ha scritto molto sul doping nello sport, ritiene improbabile che il Tribunale di Losanna si pronuncerà a favore della Russia nonostante le"ottime argomentazioni" della difesa, tra cui l'idea che non si puniscono gli atleti per le azioni delle loro nazioni.
"Gli Stati Uniti hanno invaso l'Iraq e non c'è stata alcuna denuncia e tanto meno una punizione degli atleti. Gli Stati Uniti, la Francia e altri hanno rovesciato il governo libico, lasciando uno Stato distrutto, senza critiche da parte del CIO o della FIFA. Allora perché gli atleti russi vengono puniti? Uno dei motivi è dovuto a pregiudizi. Il CIO e la FIFA sono dominati dall'Occidente. È molto dannoso che il CIO abbia emesso una raccomandazione di discriminare gli atleti russi. Questa è una violazione della Carta olimpica contro la discriminazione nazionale", sostiene Sterling.
"Gli Stati Uniti stanno lavorando apertamente e attivamente per minare l'immagine della Russia all'estero, anche nello sport. Probabilmente hanno pre-coordinato la risposta all'operazione speciale. Gli atleti russi sono vittime della guerra ibrida degli Stati Uniti contro la Russia, così come lo sono gli ucraini ed i russi", è convinto il giornalista.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала