- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Il Cremlino commenta la visita di Draghi, Macron e Scholz a Kiev

© Sputnik . Sergey GuneevDmitry Peskov
Dmitry Peskov - Sputnik Italia, 1920, 16.06.2022
Seguici suTelegram
Dal Cremlino il commento del portavoce del presidente Dmitry Peskov su cosa si aspetta la Federazione russa dall'imminente incontro congiunto tra i leader di Italia Francia e Germania con i rappresentanti del governo di Kiev. La speranza è che Macron, Draghi e Scholz non si limitino al tema delle armi.
I tre sono arrivati questo giovedì mattina nella capitale ucraina per un colloquio congiunto sulla situazione di crisi in atto in Ucraina dopo un lungo viaggio in treno, scortati dagli uomini del servizio di sicurezza ucraino. Prima tappa ad Irpin, poi Kiev.
Sull'incontro si è pronunciato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, che ha espresso la speranza che i tre non si limitino ad annunciare l'invio di ulteriori armi alla parte ucraina, quanto piuttosto che possano convincere il presidente Zelensky ad avere un quadro più "realistico" dello stato attuale della situazione di crisi:

“Vorrei anche sperare che i leader di questi tre Stati (...) voglio sperare che non si concentranno solo sul sostegno dell'Ucraina fornendo ulteriormente armi. Questo è assolutamente inutile, prolungherà la sofferenza delle persone, causerà semplicemente ulteriori nuovi danni a questo Paese. Al contrario, speriamo che utilizzino questo contatto per incoraggiare il presidente Zelensky a guardare davvero allo stato di cose".

Tra i vari temi che verranno verosimilmente toccati dai leader all'incontro congiunto di Kiev, il nodo del grano, oltre che la sicurezza, gli armamenti e l' adesione dell'Ucraina all'Unione Europea.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала