Boris Johnson punta ad una nuova alleanza anti-russa in Europa con Ucraina e Paesi Ue scontenti

© AP Photo / Matt DunhamBoris Johnson
Boris Johnson - Sputnik Italia, 1920, 27.05.2022
Seguici suTelegram
Il 9 aprile scorso il premier britannico Boris Johnson si è recato in visita a sorpresa a Kiev, incontrando il presidente ucraino Volodymyr Zelensky per "una dimostrazione di solidarietà", offrendo nuovi aiuti militari e finanziari all'Ucraina.
Il premier britannico Boris Johnson ha svelato al presidente ucraino Volodymyr Zelensky l'idea di creare una nuova alleanza internazionale diretta contro la Russia e volta a dividere dal Bruxelles alcuni Paesi scontenti, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera.
Johnson ha annunciato la sua iniziativa durante un incontro con il presidente ucraino a Kiev il 9 aprile, secondo fonti citate che hanno familiarità con i colloqui e partecipano al World Economic Forum a Davos.
L'incontro si svolge in Svizzera dal 22 al 26 maggio con il tema "Lavorare insieme, ripristinare la fiducia". Dalla visita del premier britannico a Kiev, i negoziati sulla questione sono proseguiti, con il corteggiamento britannico nei confronti dell'Ucraina che diventa sempre più pressante, hanno aggiunto gli addetti ai lavori.
Il primo ministro britannico vede presumibilmente questa nuova "alleanza politica, economica e militare" come un contrappeso all'Unione Europea, riunendo Paesi non convinti dalle politiche di Bruxelles e critici nei confronti della "politica esitante" della Germania in risposta all'operazione militare speciale russa in Ucraina.
La "coalizione", il nuovo Commonwealth europeo, sarebbe guidata dal Regno Unito e dovrebbe includere proprio l'Ucraina insieme a Polonia, Estonia, Lettonia, Lituania e forse Turchia.
Come chiarisce il Corriere della Sera, l'Ucraina non ha ancora annunciato la sua posizione sulla nuova iniziativa ideata dal premier britannico. Secondo l'articolo del Corriere della Sera, Zelensky aspetta per rispondere fino al vertice della Ue del 23 giugno.

La reazione del Cremlino al presunto piano di Boris Johnson

Il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov ha definito l'idea di Johnson di un'alleanza con Kiev in chiave antirussa esplosiva per la Ue.
Commentando l'articolo del Corriere della Sera sulla presunta iniziativa britannica di creare un'alleanza militare con Kiev contro Mosca, Dmitry Peskov ha espresso prudenza, ricordando che si tratta di un'indiscrezione di un giornale senza alcuna conferma ufficiale.
"Sapete, con buona pace del Corriere della Sera, serve atteggiarsi come un'informazione di un media. <...> Bisogna metterla in dubbio. In secondo luogo, non sappiamo se Boris Johnson abbia avuto iniziative del genere. In tal caso significherebbe che sta proponendo una spaccatura per compromettere la posizione della Ue, che la stessa Gran Bretagna ha lasciato", ha affermato il portavoce del Cremlino.
Ha sottolineato che l'amministrazione presidenziale non sa quanto siano affidabili queste informazioni e controllerà l'evolversi della situazione.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала