Completamente liberato lo stabilimento Azovstal a Mariupol

 / Vai alla galleria fotograficaLa resa della Azovstal
La resa della Azovstal - Sputnik Italia, 1920, 20.05.2022
Seguici suTelegram
Il territorio dello stabilimento Azovstal di Mariupol è stato completamente liberato, ha dichiarato venerdì il maggiore generale Igor Konashenkov, portavoce del ministero della Difesa russo.

"Il territorio dello stabilimento metallurgico Azovstal a Mariupol, dove un gruppo di militanti ucraini del battaglione nazista Azov era bloccato dal 21 aprile, è stato completamente liberato".

Secondo il portavoce della Difesa russa, "le strutture sotterranee dello stabilimento in cui si nascondevano i militanti sono passate sotto il pieno controllo delle forze armate russe".
Konashenkov ha sottolineato che in totale, dal 16 maggio ad oggi, 2.349 unità tra i nazisti di Azov e i militari delle forze armate ucraine bloccati nel territorio della fabbrica hanno deposto le armi e si sono consegnate.
Il battaglione Azov
L'unità speciale Azov della Guardia nazionale ucraina, contro i cui membri sono stati avviati procedimenti penali nella Federazione Russa, è stata creata dopo il colpo di stato del 2014.
Nelle fila di Azov sono entrati radicali con ideologie razziste e neonaziste, non solo cittadini ucraini, ma anche mercenari provenienti da altri paesi.
Azov ha partecipato all'operazione militare ucraina in Donbass.
Nel 2015, il Comitato investigativo della Russia ha avviato un procedimento penale contro i combattenti del battaglione Azov ai sensi degli articoli riguardanti il "sequestro di persona", "tortura" e "uso di mezzi e metodi di guerra proibiti" del codice penale della Federazione Russa.
Inoltre, nel febbraio di quest'anno, il Comitato investigativo russo ha dichiarato di aver ricevuto "prove inconfutabili" riguardanti il compimento di crudeli crimini contro i civili del Donbass da parte di membri di Azov.
Gli Azov hanno inoltre utilizzato i civili di molti insediamenti come "scudi umani".
Azov usava i simboli nazisti. L'emblema del battaglione raffigura un "amo per lupi", simbolo originariamente apparso nella Germania nazista. Con diverse fattezze, questi era presente nei simboli delle unità da combattimento, inclusa la SS Panzer Division "Reich".
Nel dopoguerra, l'"amo per lupi" è poi divenuto il simbolo dell'organizzazione clandestina nazista di combattimento "Werwolf". Anche nell'emblema di Azov c'è un simbolo esoterico del sole, apparso per la prima volta tra gli occultisti delle SS nel Terzo Reich.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала