Il Mali ha dichiarato che l'esercito francese sta cercando di nascondere le fosse comuni

© AP Photo / Harouna TraoreSoldati francesci fuori da un hotel in Bamako
Soldati francesci fuori da un hotel in Bamako - Sputnik Italia, 1920, 05.05.2022
Seguici suTelegram
Abubakar Sidiki Fomba, membro del Consiglio nazionale di transizione del Mali, ha dichiarato che l'esercito francese sta cercando di nascondere le fosse comuni nel Paese, per le quali è responsabile.
A fine aprile erano emersi nuovi sospetti di crimini di guerra commessi dal contingente francese in Mali.
In particolare, nei pressi di una base militare nella città di Gossy, recentemente abbandonata dai francesi, dopo la loro partenza era stata scoperta una fossa comune, presumibilmente con i cadaveri di residenti locali.
"L'esercito francese mente, manipola i fatti, cercando di nascondere gli scavi. Se ci sono delle fosse comuni, sono loro ad esserne responsabili", ha affermato Fomba.
Il politico ha inoltre aggiunto che le autorità maliane hanno avviato un'indagine per individuare eventuali scorie nucleari.
"Abbiamo avviato un'indagine per cercare eventuali scorie nucleari. Io non c'ero, ma ricevo informazioni in tempo reale".
In precedenza, l'Eliseo ha riferito che la Francia, i suoi alleati europei nell'operazione Takuba e il Canada hanno deciso di avviare un ritiro coordinato delle truppe dal Mali a causa del disaccordo con le autorità di transizione del paese. Il ritiro delle truppe francesi dal Mali richiederà dai quattro ai sei mesi, ha affermato il presidente francese Emmanuel Macron. Successivamente, il governo del Mali ha invitato la Francia a ritirare le truppe coinvolte nelle operazioni "Dune" e "Takuba" "senza indugio" e sotto il controllo delle autorità maliane.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала