Peskov: il pagamento del gas in rubli è la base per la ripresa delle forniture

© Sputnik . Sergey Guneev / Vai alla galleria fotograficaDmitry Peskov
Dmitry Peskov  - Sputnik Italia, 1920, 27.04.2022
Seguici suTelegram
Per il portavoce del Cremlino non vi sono alternative: stop alle forniture di gas a quei Paesi europei che non pagano in rubli. Bloomberg riferisce che sono già 10 gli acquirenti europei ad aver aperto un conto alla Gazprombank.
Risponde così il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov alla domanda se sia possibile ripristinare le forniture di gas per i Paesi che si sono rifiutati di effettuare il pagamento in rubli:
"Il pagamento nella forma corretta sarà la base per il proseguimento delle forniture".
Intanto Bloomberg riferisce, citando una fonte, che 4 acquirenti europei di gas russo hanno già provveduto ad effettuare i pagamenti nei confronti di Gazprom in rubli, secondo le nuove procedure.
Oggi sono inoltre state bloccate le forniture di gas nei confronti della società bulgara Bulgargaz e della polacca PGNiG, a causa del mancato pagamento in rubli.
Il primo ministro bulgaro, Kiril Petkov, ha duramente criticato la decisione della Gazprom di sospendere le forniture di gas al Paese.
Il nuovo sistema di pagamenti in rubli per il gas di provenienza russa è stato imposto dal presidente Vladimir Putin in risposta alle sanzioni occidentali nei confronti della Russia.
Bloomberg riferisce che sono già 10 gli acquirenti europei di gas russo ad aver aperto un conto alla Gazprombank, citando fonti.
Gazprom ha avvertito di poter ridurre il transito verso paesi terzi se questi stati dovessero iniziare a prelevare gas dai flussi di transito senza autorizzazione.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала