- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Ministero Difesa russo: prove su violazioni Usa Convenzione su armi biologiche in Ucraina

© Sputnik / Vai alla galleria fotograficaBio-laboratorio
Bio-laboratorio - Sputnik Italia, 1920, 14.04.2022
Seguici suTelegram
Il mese scorso il ministero della Difesa russo ha rivelato che circa 30 bio-laboratori finanziati dal Pentagono sono stati scoperti in Ucraina durante l'operazione speciale in corso nel Paese. Il dicastero militare russo ha dichiarato di avere prove che le attività statunitensi in Ucraina erano contrarie alla Convenzione sulle armi biologiche.
Igor Kirillov, comandante delle Truppe di protezione NBC del ministero della Difesa russo, ha riferito ai giornalisti che "i curatori americani dei laboratori biologici in Ucraina erano più interessati a progetti a duplice uso, molti dei quali mirano allo studio di potenziali agenti di armi biologiche, come la peste e la tularemia, nonché agenti patogeni per infezioni da impatti economicamente significativi”.
Kirillov ha aggiunto che progetti come P-364, 444 e 781, volti a "studiare la diffusione di agenti patogeni di infezioni pericolose attraverso insetti vettori, uccelli selvatici e pipistrelli, sono stati finanziati nell'interesse del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti". Ha anche affermato che l'intelligence russa ha trovato tre droni ucraini dotati di spruzzatori chimici nella regione di Kherson in Ucraina a marzo.
"Siamo preoccupati per il fatto che il 9 marzo, nel territorio della regione di Kherson, unità di ricognizione russe abbiano scoperto tre droni dotati di contenitori da 30 litri e attrezzature per l'irrorazione di sostanze chimiche. Secondo i dati a disposizione, nel gennaio 2022 l'Ucraina ha acquistato altri di 50 dispositivi simili che possono essere utilizzati per diffondere agenti biologici e sostanze chimiche tossiche", ha affermato Kirillov.
Separatamente il comandante delle Truppe di Protezione NBC ha rivelato i nomi dei dipendenti americani ed europei del Centro scientifico e tecnologico ucraino (STCU), impegnato nella ricerca nell'interesse del programma biologico militare statunitense.
"Darò i nomi dei funzionari coinvolti nell'attuazione di programmi biologici militari. La carica di Direttore Esecutivo della STCU è ricoperta dal cittadino statunitense Curtis Bjelajac. Nato il 27 agosto 1968, in California, ha studiato all'Università di Anderson of Management in California […e] lavora in Ucraina dal 1994", ha affermato Kirillov.
Secondo il comandante militare russo, il vicesegretario di Stato americano per i programmi di non proliferazione Phillip Dolliff era il supervisore per conto di Washington. Kirillov ha osservato che i documenti ottenuti dal ministero della Difesa russo confermano il collegamento tra la STCU e il dipartimento alla Difesa statunitense attraverso l'appaltatore principale del Pentagono, la società di ingegneria Black & Veatch.
Il ministero della Difesa russo ha la corrispondenza del vicepresidente di questa azienda, Matthew Webber, dove esprime la sua disponibilità a lavorare con la STCU nell'ambito delle ricerche biologico-militari in corso in Ucraina.
"Dal 2014 al 2022, il Centro scientifico e tecnologico ucraino ha implementato più di 500 progetti di ricerca nelle repubbliche post-sovietiche", come Ucraina, Georgia, Moldavia e Azerbaigian, ha affermato il funzionario del ministero della Difesa russo.
Kirillov ha sottolineato che l'importo totale dei finanziamenti statunitensi per il lavoro dei bio-laboratori del ministero della Difesa ucraino ammontava a 32 milioni di dollari.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала