Oms, massima attenzione su 2 varianti di Omicron, possono presentare "fughe di immunità"

Il logo dell'Oms - Sputnik Italia, 1920, 13.04.2022
Seguici suTelegram
Destano preoccupazioni due varianti di Omicron 2 che presentano mutazioni nella regione delle proteine Spike, che potrebbero portare ad eludere la risposta immunitaria dei pazienti. L'organizzazione ginevrina è al lavoro per monitorare costantemente la situazione.
Due varianti del temuto virus del Covid-19 che presentano ulteriori mutazioni (S:L452R e S:F486V) nella regione delle proteine Spike" di Sars-CoV-2, (quella che il virus utilizza per agganciare cellule bersaglio), oltre che a "mutazioni uniche al di fuori di Spike", sono finite sotto stretta osservazione da parte dell'Organizzazione mondiale della sanità.
Con un report dell'organizzazione, si spiega che l'attenzione è massima per i forti rischi presentati dalle stesse in relazione ad una loro caratteristica particolare: il poter eludere le difese immunitarie.
"Le mutazioni S:L452R e S:F486V sono associate a potenziali caratteristiche di fuga immunitaria".
La stessa prosegue rilevando come "la maggioranza delle sequenze BA.4 e BA.5 presenti la cosiddetta "delezione 69-70", in gran parte non presente nelle sequenze BA.2, la quale può rivelarsi utile ai fini della sorveglianza in un contesto in cui BA.2 è dominante", sottolineando come Omicron 2 conti ormai "il 99,2% delle sequenze caricate sulla piattaforma Gisaid negli ultimi 30 giorni".
L'organizzazione con sede a Ginevra è al lavoro incessante per monitorare la situazione, con particolare attenzione a queste 2 sottovarianti.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала