- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Missioni diplomatiche ucraine reclutano mercenari - ministero Esteri russo

© Sputnik . Maria Devakhina / Vai alla galleria fotograficaIl ministero degli Esteri russo a Mosca
Il ministero degli Esteri russo a Mosca - Sputnik Italia, 1920, 13.04.2022
Seguici suTelegram
Il viceministro degli Esteri russo Oleg Syromolotov ha affermato che le missioni diplomatiche ucraine sono impegnate nel reclutamento di mercenari per combattere contro le forze russe nell’operazione speciale di Mosca in corso in Ucraina.
Parlando ai giornalisti stamane, mercoledì 13 aprile, Syromolotov ha sottolineato che la situazione in Ucraina è stata "aggravata dall'afflusso di mercenari stranieri dai paesi dell'Europa e del Medio Oriente".
Secondo il viceministro, in violazione del diritto internazionale, i mercenari "vengono reclutati, tra l'altro, dalle missioni diplomatiche ucraine".
La dichiarazione arriva dopo che il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha detto ai giornalisti il ​​mese scorso che fino a 180 mercenari stranieri erano stati uccisi in attacchi ad alta precisione effettuati dalle forze russe contro centri di addestramento ucraini situati presso il complesso militare Yavorovsky e vicino all'insediamento di Starichi.
All'inizio di marzo, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che 16.000 mercenari stranieri combatteranno per l'Ucraina.
Mosca ha ripetutamente invitato i paesi stranieri a impedire ai loro cittadini di recarsi in Ucraina per unirsi alle ostilità mentre le forze armate russe conducono l'operazione militare nel paese. Il Cremlino ha avvertito che chiunque attaccasse le truppe russe sarebbe considerato un obiettivo valido.
L'operazione speciale è stata ordinata dal presidente russo Vladimir Putin il 24 febbraio, a seguito di una richiesta delle Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk (DPR e LPR) recentemente riconosciute. Putin ha sottolineato sul fatto che Mosca non avesse altra scelta dopo che Kiev non aveva attuato gli accordi di pace di Minsk e in seguito ai continui attacchi dell'esercito ucraino contro le repubbliche del Donbass.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала