Gli Usa aggiorneranno lo stoccaggio dell'arsenale nucleare nel Regno Unito

© Foto : YouTube/ Paul TedfordTrasporto di armi nucleari nel Montana, USA
Trasporto di armi nucleari nel Montana, USA - Sputnik Italia, 1920, 13.04.2022
Seguici suTelegram
Secondo i registri del bilancio della difesa degli Stati Uniti per l'anno fiscale 2023, i bunker militari nel Regno Unito sarebbero in fase di ristrutturazione in modo che possano essere nuovamente utilizzati per immagazzinare armi nucleari statunitensi dopo una pausa di 14 anni.
Nel 2008, gli Stati Uniti avevano rimosso le loro bombe nucleari B61 dalla base aerea di Lakenheath, ponendo fine a più di mezzo secolo di mantenimento di un arsenale nucleare nel paese. Questo tipo di bombe a caduta libera erano considerate militarmente obsolete al momento del ritiro e vi erano buone prospettive che non venissero sostituite prima dell’escalation in Ucraina.
Come indica il documento, il Regno Unito è stato aggiunto all'elenco dei paesi in cui sono in corso investimenti infrastrutturali della NATO per 13 anni in siti di stoccaggio di "armi speciali", insieme a Belgio, Germania, Italia, Paesi Bassi e Turchia, tutti paesi in cui gli Stati Uniti immagazzinano circa 100 bombe nucleari B61.
La NATO "sta concludendo un programma di investimenti infrastrutturali di 13 anni e 384 milioni di dollari in siti di stoccaggio in Belgio, Germania, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito e Turchia per migliorare le misure di sicurezza, i sistemi di comunicazione e le strutture", si legge nella richiesta di bilancio per il 2023.
Secondo Hans Kristensen, il direttore del progetto di informazione nucleare presso la Federation of American Scientists (FAS), la base aerea statunitense della RAF Lakenheath, 100 chilometri a nord-est di Londra, è menzionata come in fase di ammodernamento.
Secondo Kristensen, si tratta di un cambiamento significativo, poiché l'elenco dei "siti attivi" nel contratto del 2016 per la modernizzazione dei siti di stoccaggio di armi nucleari in Europa non includeva la base RAF di Lakenheath.
Lakenheath, che negli anni '90 aveva 33 depositi sotterranei, è stata utilizzata dall'aeronautica americana per immagazzinare bombe nucleari a caduta libera. Secondo quanto riferito, all'inizio degli anni 2000 c'erano 110 bombe a gravità B61 nei sotterranei pronte per essere consegnate dagli aerei F-15E della 48ma Fighter Wing.
Al momento, non è noto se le armi nucleari siano state restituite al sito o se la NATO lo stia aggiornando per riassegnarle in futuro, se necessario.
Inoltre, è noto che le nuove B61, le B61-12, verranno dotate di un sistema di alettoni e di guida che entrerà in piena produzione a maggio e le renderà direzionabili e non più a semplice caduta libera.
Secondo la FAS, questo aggiornamento nucleare arriva nel momento in cui la RAF Lakenheath si prepara a essere la prima installazione dell'aeronautica americana in Europa a ricevere il jet da combattimento F-35A Lightning con capacità nucleare, poiché dal dicembre 2021 sono pronti ​​i primi di questi cacciabombardieri di quinta generazione.
Alla base, il 495mo Squadrone della 48ma Fighter Wing sarà composto da 24 F-35A. Entro il prossimo anno, la US Air Force prevede di iniziare ad addestrare unità nucleari in Europa in preparazione per i nuovi B61-12.
Secondo quanto riferito, è probabile che le prime bombe B61-12 saranno consegnate in Europa nel 2023, sostituendo le bombe B61-3/-4 ora in uso.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала