Finlandia e Svezia potrebbero chiedere l'adesione alla NATO entro l'estate

© Sputnik . Satnislav Savelyev / Vai alla galleria fotograficaSoldato nato in Lettonia
Soldato nato in Lettonia - Sputnik Italia, 1920, 11.04.2022
Seguici suTelegram
Funzionari della NATO hanno detto alla Galileus Web la scorsa settimana che i colloqui di adesione con Finlandia e Svezia si sarebbero intensificati a causa della situazione in Ucraina.
Washington prevede che la NATO aumenterà da 30 a 32 stati membri a causa dell'impatto del conflitto Russia-Ucraina sui vicini, comprese le mosse di Mosca che sono state bollate come un "enorme errore strategico", secondo un nuovo rapporto del Times.
Secondo quanto riferito sul quotidiano britannico, la Finlandia dovrebbe prendere una decisione in merito entro giugno, mentre la Svezia annuncerà la sua posizione più avanti questa estate. "La Russia non è il vicino che pensavamo fosse", ha detto sabato la premier finlandese Sanna Marin, sottolineando che una decisione in merito a una domanda di adesione alla NATO deve essere presa "in modo completo, ma rapido".
"Penso che avremo discussioni molto attente, ma non ci prendiamo più tempo del necessario in questo processo, perché la situazione è, ovviamente, molto grave", ha aggiunto la Marin.
A sua volta, la primo ministro svedese Magdalena Andersson ha affermato che Stoccolma manterrà una mente aperta riguardo alla possibile adesione alla NATO. Allo stesso tempo, il paese è nel mezzo di una revisione della politica di sicurezza che ha la precedenza e dovrebbe concludersi entro la fine di maggio.
"Non escludo in alcun modo l'adesione alla NATO", ha affermato Andersson. Si dice che le due nazioni nordiche stiano lavorando in tandem per costruire il consenso interno, anche se le loro decisioni finali saranno prese in modo indipendente.
I sentimenti anti-russi sono cresciuti in entrambe le nazioni con il Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg che ha preparato circa 40.000 soldati sotto il suo comando sul fianco orientale dell'Europa. Secondo quanto riferito, l'aumento rappresenta un incremento di potenziale di dieci volte rispetto a prima del 24 febbraio, quando la Russia ha iniziato le sue operazioni in Ucraina.
Stoltenberg ha detto al Sunday Telegraph che le forze saranno riposizionate per prevenire un'ulteriore espansione o invasione. Il Segretario generale della NATO ha affermato che tale posizionamento sarà "una nuova normalità per la sicurezza europea".
"Pertanto, ora abbiamo chiesto ai nostri comandanti militari di fornire opzioni per quello che chiamiamo un ripristino, un adattamento a più lungo termine della NATO", ha detto Stoltenberg all'outlet. "Mi aspetto che i leader della NATO prenderanno decisioni in merito quando si incontreranno a Madrid al vertice della NATO di giugno".
Venerdì, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha dichiarato a Sky News che i paesi nordici dovrebbero ricordare l'obiettivo della deterrenza reciproca. "Tutto riguarda la deterrenza reciproca e se una parte - e consideriamo la NATO come una parte - fosse più potente dell'altra, specialmente in termini di armi nucleari, allora sarà considerata una minaccia per l'intera architettura della sicurezza e ci porterà a dover prendere misure aggiuntive”, ha detto Peskov.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала