Napoli, la multano perché non in regola con vaccinazioni anti-Covid-19, ma la paziente è già morta

© Sputnik . Leonardo ToloneseNapoli, golfo di Napoli, castel dell'ovo
Napoli, golfo di Napoli, castel dell'ovo - Sputnik Italia, 1920, 10.04.2022
Seguici suTelegram
A Napoli l'Agenzia delle Entrate provvede a multare una persona per il "mancato rispetto degli oneri di vaccinazione" previsti nel quadro della lotta alla pandemia di Coronavirus, ma l'interessata è morta anni fa. Ennesima assurda vicenda della burocrazia italiana.
L'Agenzia delle Entrate la vedeva semplicemente come una cittadina "No Vax", di età superiore ai 50 anni e quindi da multare, ma la stessa donna era morta da anni in un incidente stradale.
Questa l'incredibile vicenda successa a Napoli, dove la burocrazia ha fatto il suo inarrestabile corso, multando una persona già defunta.
La multa, non potendo essere fisicamente ritirata dalla stessa, è stata data ai familiari della defunta, che si sono dichiarati giustemente "turbati" dalla vicenda, come traspare dalle stesse parole del cognato della vittima, riportate da Tgcom24:

"La sorella di mia moglie è deceduta nel 1999 per un incidente, avrebbe compiuto 51 anni e per questo ha ricevuto la multa relativa alla terza dose di vaccino nonostante per ovvie ragioni non avesse fatto né la prima né la seconda (dose). È stato anche uno shock psicologico perché ha riaperto una ferita mai rimarginata per quella gravissima perdita. Mia cognata risiedeva a Napoli ed è mancata a 28 anni, poco prima del matrimonio (...) Queste cose non dovrebbero succedere".

L'uomo ha sottolineato come la vicenda sia davvero assurda, alla luce dell'interconnessione degli attuali sistemi elettronici di gestione dei dati.
La famiglia della defunta ora dovrà compilare un modulo entro 10 giorni, messo a disposizione dell'Asl Napoli 1 onde evitare di dover pagare la multa in questione.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала