Di Maio annuncia: domani ad Algeri la firma di Mario Draghi su accordo nuove forniture di gas

© SputnikLuigi di Maio e Sergey Lavrov
Luigi di Maio e Sergey Lavrov - Sputnik Italia, 1920, 10.04.2022
Seguici suTelegram
Da Maddaloni, in provincia di Caserta, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio annuncia la missione che porterà domani lo stesso ministro e il premier italiano Mario Draghi in Algeria per la firma di un nuovo accordo sulle forniture di gas naturale.
Il premier italiano Mario Draghi, accompagnato dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio, si recherà questo lunedì in visita in Algeria per firmare un accordo sulle nuove forniture di gas naturale da questo Paese all'Italia, secondo quanto affermato questa domenica dallo stesso ministro degli Esteri italiano, in occasione di un incontro sulla "questione energetica" in corso nella cittadina di Maddaloni, in provincia di Caserta.

"Domani mattina sarò con il presidente Draghi in Algeria per firmare un accordo sul gas che ci permetterà di fronteggiare gli eventuali ricatti russi sul gas. Purtroppo siamo in ritardo come Paese, dovevamo diversificare molto prima ma abbiamo tanti partner e amici nel mondo", ha dichiarato Di Maio, citato da Ansa.

Di Maio ha anche ricordato che nell'ultimo mese e mezzo ha visitato Algeria, Qatar, Congo, Mozambico, Angola e Azerbaigian, sottolineando la disponibilità da parte di questi Paesi ad aumentare le forniture all'Italia.
Il ministro ha poi proseguito auspicando la definizione di un livello massimo per i prezzi del gas a livello europeo, come riportato ancora da Ansa:
"L'Unione Europea deve stabilire un tetto massimo, e lo stiamo chiedendo come Governo, al prezzo del gas".
Domenica scorsa Claudio Descalzi, capo del principale gruppo italiano di petrolio e gas Eni, ha avuto una serie di incontri ad Algeri con il premier Ayman Benabderrahman e il ministro dell'Energia Mohamed Arkab, durante i quali si è valutata la possibilità di aumentare le forniture di gas al gasdotto Trans Mediterranean Pipeline, o Transmed, che dall'Algeria passa sotto il Mediterraneo per poi risalire lo stivale lungo l'Appennino, fino a Minerbio, in provincia di Bologna.
Descalzi ha poi discusso la questione con l'amministratore delegato della compagnia petrolifera e del gas statale algerina Sonatrach, Taoufiq Hakkar.
L'Algeria è uno dei dieci maggiori produttori di gas al mondo. La società nazionale Sonatrach è impegnata nell'estrazione, lavorazione, trasporto e vendita di idrocarburi ed è la più grande non solo in Algeria, ma in tutta l'Africa.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала