- Sputnik Italia, 1920
La situazione in Ucraina
La Russia ha lanciato un'operazione speciale in Ucraina il 24 febbraio dopo che le Repubbliche del Donbass hanno chiesto aiuto a causa dei continui attacchi delle forze di Kiev.

Zelensky: in UE si richiede che venga dimostrato che Kiev non è coinvolta nei fatti di Bucha

© FotoBucha, corpo in posizione perpendicolare rispetto al ciglio della strada dopo il passaggio della vettura
Bucha, corpo in posizione perpendicolare rispetto al ciglio della strada dopo il passaggio della vettura - Sputnik Italia, 1920, 09.04.2022
Seguici suTelegram
Bild: un politico dell'Unione Europea chiede a Zelensky di dimostrare che Kiev non è coinvolta nei noti eventi di Bucha.
Il presidente dell'Ucraina Vladimir Zelensky ha dichiarato in un'intervista al quotidiano tedesco Bild che uno dei principali politici europei gli ha chiesto di fornire prove del fatto che gli eventi di Bucha non sono stati una messa in scena ordita da Kiev.

"Mostri le prove che questa non è una messa in scena", è stato chiesto al presidente ucraino, come riferito dallo stesso.

Alla domanda se il suo interlocutore sia un capo di governo di uno dei paesi europei, Zelensky ha risposto affermativamente, ma non ha fatto nomi precisi.
Il giorno prima, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il capo della diplomazia europea Josep Borrell hanno visitato Bucha.
La scorsa settimana, i media ucraini hanno diffuso foto e video dei corpi dei morti che sarebbero stati presi a Bucha dopo che la città era stata abbandonata dalle truppe russe. Molti utenti della rete hanno messo in dubbio l'autenticità di questi materiali, osservando che non c'era sangue vicino ai corpi a terra e alcuni dei morti avevano bracciali bianchi sulle maniche e avrebbero potuto essere uccisi dalle forze di sicurezza ucraine o dalla difesa territoriale. Il ministero della Difesa russo ha affermato che questa era un'altra provocazione.
Il dipartimento ha sottolineato che nessun residente di Bucha ha subito le azioni dell'esercito russo e tutte le unità hanno lasciato completamente la città il 30 marzo. Allo stesso tempo, le truppe ucraine hanno sparato 24 ore su 24 con colpi di artiglieria, carri armati e sistemi di lancio multiplo.
Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha affermato che la Russia rifiuta categoricamente qualsiasi accusa di coinvolgimento nelle morti di Bucha e chiede che i leader internazionali non si affrettino in accuse radicali, ma ascoltino le sue argomentazioni.
Il ministero degli Esteri ha richiamato l'attenzione sul fatto che i politici occidentali non hanno nemmeno provato a verificare la veridicità dei materiali, ma hanno subito incolpato la Russia, e quindi sono personalmente responsabili di sostenere il crimine commesso dal regime di Kiev.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала