Il Giappone rimuove il battaglione neonazista Azov dalla sua lista delle organizzazioni estremiste

CC BY-SA 3.0 / / Azov
Azov - Sputnik Italia, 1920, 09.04.2022
Seguici suTelegram
Il servizio di sicurezza giapponese ha escluso il battaglione l'ultranazionalista ucraino Azov dalla sua "Guida al terrorismo internazionale 2021". Secondo l'istituzione, il gruppo paramilitare è stato finora inserito in questa lista dai "media nazionali ed esteri" senza una "valutazione indipendente".

"Recentemente ci sono stati casi in cui è stata pubblicata una vera disinformazione secondo cui l'Agenzia di intelligence per la pubblica sicurezza avrebbe riconosciuto il battaglione Azov come un'organizzazione neonazista. Siamo spiacenti che si sia verificata questa situazione", afferma il sito web dell'istituzione.

Il servizio di sicurezza spiega che il documento in questione è una raccolta di informazioni dai media giapponesi e stranieri, nonché da rapporti di istituti di ricerca indipendenti, e quindi non rappresenta il punto di vista dell'organizzazione. L'agenzia conclude di aver dunque deciso di eliminare il battaglione Azov per evitare malintesi.
L'unità speciale Azov della Guardia nazionale ucraina è stata fondata nel 2014, dopo il colpo di stato contro il governo di Victor Yanukovich. Inizialmente è stato formato come un gruppo paramilitare, composto da volontari neonazisti, per reprimere le proteste filo-russe nell'est del paese che non aveva accettato il recente colpo di stato.
Il presidente ucraino Zelensky - Sputnik Italia, 1920, 07.04.2022
La situazione in Ucraina
Zelensky interviene al parlamento greco insieme a combattenti del battaglione Azov
Il suo stemma ufficiale è costituito dal simbolo araldico tedesco Wolfsangel, originariamente utilizzato dal Partito Nazista e successivamente da alcune divisioni delle Waffen-SS, e sul suo sfondo un Sole nero, altro simbolo legato alla mistica nazista.
Il suo comandante, Andriy Biletsky (alias il Fuhrer Bianco), è un radicale di destra e co-fondatore del movimento dell'Assemblea Social-Nazionale, nome con una chiara allusione al nazionalsocialismo tedesco, caratterizante il partito nazista.
Oggi questo gruppo fa parte della Guardia Nazionale dell'Ucraina, la forza di riserva delle Forze armate del Paese, sotto la diretta giurisdizione del Ministero dell'Interno, e quindi questo consente loro di avere in dotazione armi e di usufruire di un addestramento militare.
Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала